skip to Main Content

Libia, già finita la tregua umanitaria Sarraj-Haftar sul Coronavirus

Libia, Già Finita La Tregua Umanitaria Sarraj-Haftar Sul Coronavirus

E’ durata circa 24 ore la tregua umanitaria in Libia per affrontare l’emergenza Coronavirus. L’LNA attacca l’aeroporto di Mitiga, affermando che il GNA ha violato il cessate il fuoco con il bombardamento su sui assetti a sud di Tripoli. Ma il Generale prima aveva colpito la capitale

E’ durata circa 24 ore la tregua umanitaria in Libia, chiesta da ONU e comunità internazionale per combattere l’emergenza Coronavirus, e accettata da Fayez Sarraj e Khalifa Haftar. L’LNA ha attaccato nuovamente l’aeroporto di Mitiga per cercare di distruggere i centri di comando e controllo dei droni nemici e quartier generale dei soldati turchi. Secondo Bengasi, l’attacco è avvenuto in risposta al fatto che il GNA avrebbe violato il cessate il fuoco, bombardando domenica alcune postazioni delle truppe del Generale a sud di Tripoli. Queste, però, domenica avevano preso di mira alcuni quartieri residenziali a Tripoli. In particolare erano stati colpiti Ain Zara e la Città Vecchia (Madina, per la prima volta dall’inizio della guerra civile). Solo sabato il portavoce dell’LNA aveva dichiarato che Bengasi era pronta ad accettare la tregua per evitare che nel paese africano dilaghi un’epidemia di COVID-19.

Gli esperti: La scontri tra forze del GNA e LNA non finiranno. Cambieranno intensità a seconda dell’evoluzione dell’emergenza COVID-19. Sia Sarraj sia Haftar hanno adottato misure contro l’epidemia, ma il secondo deve nascondere per non preoccupare ulteriormente i suoi uomini

Secondo gli esperti, gli scontri tra le forze del GNA e l’LNA non finiranno. Ciò che si vedrà sarà una riduzione della loro intensità, in base a come si evolverà l’emergenza pandemia. Sia Sarraj sia Haftar hanno intrapreso azioni per contrastare il rischio COVID-19. Adottando, peraltro, misure identiche in alcuni casi, come il coprifuoco. La differenza tra Tripoli e Bengasi è che nel primo caso i provvedimenti sono formalizzati. Nel secondo, no. Ciò in quanto le truppe dell’uomo forte della Cirenaica cominciano a rifiutarsi di combattere e lasciano il campo di battaglia, temendo che i mercenari stranieri al loro fianco possano trasmettere il virus. I vertici dell’LNA hanno invitato una lettera in cui si smentisce l’eventualità e si intima agli uomini di rimanere al proprio posto, ma le defezioni continuano. Il Generale, perciò, deve rendere il pericolo meno visibile possibile per non dare vantaggi indebiti al nemico.

Back To Top