skip to Main Content

Libia, è battaglia tra forze del GNA ed LNA all’aeroporto internazionale di Tripoli

Libia, è Battaglia Tra Forze Del GNA Ed LNA All’aeroporto Internazionale Di Tripoli

Le forze del GNA e l’LNA si stanno combattendo in una violenta battaglia all’aeroporto internazionale di Tripoli. I militari di Sarraj consolidano le conquiste, mentre i caccia bombardano lo scalo e Gharian. Le truppe di Haftar cercano di resistere, ma sono stanche e demoralizzate

All’aeroporto internazionale di Tripoli è in corso una violentissima battaglia tra le forze del GNA e l’LNA e le milizie alleate. Le prime, dopo aver conquistato il vip lounge, stanno ora consolidando le posizioni per evitare possibili contrattacchi nemici. I caccia di Fayez Sarraj, invece, hanno effettuato dieci missioni per colpire assetti di Khalifa Haftar nell’area dello scalo e in quella di Gharian. L’obiettivo nel primo caso è stato indebolire ulteriormente le difese del Generale, che in parte sono già cadute. Nel secondo, invece, si punta a bloccare i rifornimenti dalla città alla prima linea delle truppe di Bengasi. Soprattutto quelle sull’asse est, il più avanzato verso Yarmouk e Ain Zara. Le truppe dell’uomo forte della Cirenaica, peraltro, nonostante i proclami continuano ad arretrare. Sono stanche e demoralizzate e di conseguenza combattono in modo scomposto e caotico.

Haftar ha anche un nuovo problema: il ritorno in Libia dei piloti di Misurata, alleata del GNA. Questi sono ben addestrati e hanno già cominciato a combattere, causando danni al Generale

Haftar ha anche un altro problema in arrivo: i nuovi piloti di Sarraj. Secondo il Libyan Express, i primi 10 sono appena rientrati in patria dopo un periodo di formazione di quattro anni in Russia. Fanno parte delle forze di Misurata, leali al GNA, e sono già entrati in azione bombardando proprio le postazioni dell’LNA all’aeroporto internazionale di Tripoli e a Gharian. Sono ben addestrati e insidiosi, come dimostrano gli effetti dei loro primi strike (la distruzione di quattro sistemi di difesa anti-aerea Pantsir S-1). Finora, invece, entrambe le parti impiegavano soprattutto contractor stranieri per pilotare i velivoli. Ciò in quanto le rispettive forze non disponevano di personale in grado di sostenere una campagna aerea prolungata. Per il Generale, quindi, rappresentano un grande pericolo. Peraltro, nel momento meno opportuno in quanto Haftar da una postura d’attacco è passato a una di difesa.

Back To Top