skip to Main Content

Libano, Jumblatt cerca sponda da Hezbollah per il nuovo presidente

Jumblatt cerca sponda da Hezbollah per la scelta del nuovo presidente in Libano. Il leader del PSP propone al gruppo tre candidati: il generale Joseph Aoun, l’ex parlamentare Salah Honein, e il ministro Jihad Azour. Pierre El Daher è l’outsider

In Libano sono in corso trattative serrate per la scelta di un nuovo presidente, il cui nome non sia “un’offesa” verso qualcuno dei principali attori. Nei giorni scorsi il leader del Partito Socialista Progressista (PSP), Walid Jumblatt, ha avuto un incontro con esponenti di Hezbollah per cercare una sponda al fine di raggiungere i voti necessari all’elezione del capo dello stato. Nel corso del colloquio, Jumblatt ha proposto tre candidati: l’attuale capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Joseph Aoun; l’ex parlamentare, Salah Honein, e Jihad Azour, già ministro delle Finanze nel governo di Fouad Siniora. La controparte ha preso tempo e finora non si è espressa. L’unico commento alla proposta è stato che la nomina di Aoun richiederebbe un emendamento costituzionale, nonché l’approvazione da parte di almeno due terzi del Parlamento. Tra i competitor, comunque, è uscito anche il nome di un outsider: il presidente della LBCI TV, Pierre El Daher, che sembra sia considerato “accettabile” dal “Partito di Dio”.

Back To Top