skip to Main Content

La Libia minaccia di chiudere i propri confini a ovest con la Tunisia

La Libia Minaccia Di Chiudere I Propri Confini A Ovest Con La Tunisia

La Libia minaccia di chiudere i propri confini a ovest con la Tunisia, a seguito di un’escalation di crimini verso i suoi cittadini nel paese vicino

La Libia minaccia di chiudere i propri confini a ovest con la Tunisia. Ciò a seguito di una serie di crimini nel paese vicino, che hanno visto vittime i propri cittadini mentre si apprestavano ad attraversare la frontiera per tornare in patria. Lo ha annunciato il vice primo ministro, Ahmad Metig, due giorni prima che nella nazione africana arrivasse il vice premier e ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, per discutere con Tripoli soprattutto della lotta all’immigrazione clandestina. A proposito della situazione dei libici, Metig ha dato istruzione al ministero degli Esteri di garantire la loro incolumità mentre si trovano in Tunisia. Inoltre, ha ordinato al titolare dell’Interno di sigillare la frontiera se Tunisi non prenderà misure efficaci per fermare la violenza e i crimini contro i viaggiatori.

Tripoli si è detta preoccupata per la situazione a Ben Gerdane e ha avvertito Tunisi che, se non sarà risolta, bloccherà nuovamente le frontiere tra i due paesi

In particolare, Tripoli è preoccupata dell’escalation di violenza che si sta verificando nella regione di Ben Gerdane, al confine tra Tunisia e Libia. Gruppi di fuorilegge taglieggiano i viaggiatori che si apprestano ad arrivare alla frontiera, già chiusa ripetutamente in passato. Sia per problemi di immigrazione clandestina sia di traffici illeciti. Sembra, infatti, che sia stato quest’ultima tematica a causare la recente ondata di crimini. Le autorità tripoline qualche tempo fa avevano bloccato alcuni veicoli che trasportavano merci di contrabbando verso il paese vicino. Ciò ha, però, causato la reazione di una serie di personaggi in Tunisia, i quali hanno dato il via libera alle ritorsioni contro i viaggiatori libici.

Back To Top