La Corea del Nord alza il tiro verso Seul-Usa, ma è a uso interno

Cyber Cyberattacco Ddos Steganografia Olimpiadi PyeongChang Panmunjom CIO Esercitazionimilitari Usa StatiUniti Cyber Notiziecyber Cyberattacchi Steganografia Coreadelnord Malware Hacker Asia Pyongyang

I media online di stato della Corea del Nord ricorda che “il dialogo e le prove di guerra non possono viaggiare insieme”

La Corea del Nord alza il tiro sulle richieste per dialogare con la comunità internazionale. Lo fa in vista di nuovi colloqui che si potrebbero tenere già la prossima settimana nel villaggio di Panmunjom. Pyongyang, tramite il suo organo di propaganda web Uriminzokkiri, ha chiesto che le famose esercitazioni militari Corea del Sud-Usa siano sospese. Queste, su proposta di Seul, erano state rimandate a dopo la fine delle Olimpiadi invernali di PyeongChang (9-25 febbraio) come segno di distensione verso il regime di Kim Jong-un. Il sito internet della DPRK ricorda che “il dialogo e le prove di guerra non possono andare insieme”. A proposito sottolinea che le manovre militari “dovrebbero essere fermate totalmente, non solo posposte”. Pena il rischio di una catastrofe per la Penisola coreana.

Kim Jong-un non vuol far vedere agli scontenti che c’è un ammorbidimento verso Corea del Sud e Usa. Intanto lunedì potrebbe esserci un nuovo incontro DPKR-Seul sui Giochi di PyeongChang

La Corea del Nord con quest’uscita sui media di stato punta, secondo gli analisti, più che altro a uso interno. Pyongyang non vuole far vedere al fronte degli scontenti, in crescita, che c’è un “ammorbidimento” della politica estera e della linea nei confronti della comunità internazionale. Usa in primis. Anche perché è abbastanza probabile che le esercitazioni militari tra la Corea del Sud e gli Stati Uniti sarebbero congelate o ridotte nei modi, in caso dell’avvio di un vero dialogo con la DPRK. Lunedì prossimo, invece, rappresentanti di Seul e del regime di Kim Jong-un si potrebbero vedere a Panmunjom per discutere in una riunione tecnica degli ultimi dettagli relativi alla partecipazione del paese ai Giochi di PyeongChang. Dall’itinerario di viaggio alla logistica. Ciò in previsione dell’incontro delle due Coree con il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), previsto il 20 gennaio a Losanna.