skip to Main Content

In Israele l’addestramento delle IDF è sempre più “high-tech” e “smart”

In Israele L’addestramento Delle IDF è Sempre Più “high-tech” E “smart”

La principale base di addestramento militare diventa 4.0 tra video e stampanti in 3D, nonché simulazioni di scenari reali con tanto di urla e sangue.

Israele punta sulla tecnologia per l’addestramento dei propri militari (IDF). La maggior parte dei corsi si tengono presso la più grande militare del paese, sita nel sud. Questa è dotata di tecnologie avanzate all’avanguardia per garantire che la formazione non sia solo teorica, ma anche pratica. E applicata direttamente sul campo, in diversi tipi di scenari reali simulati. Ogni aula è dotata di quattro schermi 3D, collegati a computer. Questi contengono video interattivi e giochi per aiutare l’apprendimento, anche con metodi alternativi. Inoltre, sono state sviluppate App educative ad hoc per ogni singolo corso, che permettono ai comandanti e agli stessi allievi di valutare il livello di preparazione e migliorare le carenze.

Le nuove tecnologie fondamentali per la formazione in sicurezza

Un mese prima di cominciare le lezioni, i militari delle IDF che vi partecipano ricevono un video. Questo illustra le nozioni base dei corsi. Ciò per 2 motivi: il primo è far sì che all’inizio della formazione tutti abbiano lo stesso livello di apprendimento. Il secondo è per risparmiare tempo e soldi. Avendo già gli studenti assimilato le basi, gli istruttori potranno da subito concentrarsi sugli aspetti-chiave della formazione mirata. Per motivi di sicurezza, in quanto il rischio di attentati in Israele è sempre elevato, alle lezioni non ci saranno oggetti reali come armi, granate. Il deficit, però, è supplito dalle stampanti 3D presenti nella base. Queste permettono di creare in tempo reale qualsiasi oggetto o componente di esso. Con costi irrisori e nessun rischio per l’incolumità del personale.

Ogni corso è specifico: medici alla prova anche con casi di feriti multipli quasi reali

Peraltro, ogni dotazione “high-tech” della base IDF è studiata specificatamente per la specializzazione del corso. Per esempio, per i medici ci sono video interattivi 3D su come intervenire su patologie specifiche in combattimento. Ogni filmato pone agli studenti una serie di domande, a cui si risponde con un telecomando. In questo modo gli istruttori possono capire il livello di apprendimento della classe in generale e dei singoli studenti. Anche le esercitazioni pratiche sono estremamente reali. In un’aula che simula un caso di feriti multipli ci sono manichini con vari tipi di traumi. Questi respirano, urlano e sanguinano. Inoltre, le luci possono essere regolate per effettuare interventi notturni e diurni. In ogni caso, nell’area addestrativa vengono trasmessi a forte volume suoni di sirene, esplosioni ed elicotteri. L’obiettivo è testare le capacità d’intervento dei medici in uno scenario reale in Israele o altrove, con tutte le problematicità e lo stress connessi.

I conduttori dei mezzi si addestrano in ogni clima e tipo di scenario

Per i conduttori dei mezzi corazzati per il trasporto truppe è stata approntata un’aula con dei simulatori. Questi sono dotati di “portelloni” identici a quelli reali dei mezzi usati da Israele e garantiscono la stessa visuale che ci sarebbe all’interno del veicolo. Ogni scenario dei simulatori, ovviamente, è diverso e può essere modificato in tempo reale dai trainer delle IDF per mettere alla prova gli alunni. Sia nelle criticità (una ruota a terra per esempio) sia sul versante delle condizioni metereologiche. Infatti, ci sono scenari che simulano condizioni di guida con pioggia, neve, nebbia. Che siano in zona di combattimento o meno. Anche i percorsi variano per testare le abilità in situazioni diverse.

La stessa base è “smart” e lo diventerà ancora di più

Non solo i corsi, ma la stessa base IDF è “smart”. Essendo una “Big City” è dotata di un sistema unico che controlla tutti gli aspetti logistici. Si tratta di un software ERP (enterprise resource planning) che controlla ogni aspetto: dalle fonti energetiche nella struttura alla gestione dei corsi. Ogni soldato è dotato di una ID card, fondamentale non solo per la sua identificazione al fine di garantire la sicurezza degli studenti e del personale. Ma anche per seguire in tempo reale la sua formazione. I militari di Israele, infatti, stanno lavorando per installare diverse “information” in tutta la base. Ciò permetterà a tutti di conoscere i loro compiti giornalieri e fornirà una mappa della struttura con la propria posizione al suo interno. Inoltre, saranno a disposizione strumenti utili: dagli orari dei mezzi pubblici alla possibilità di stampare certificati medici e degli esami sostenuti.

 

Back To Top