skip to Main Content

Siria, a Raqqa si prepara il quarto asse contro Isis: quello sud

Siria, A Raqqa Si Prepara Il Quarto Asse Contro Isis: Quello Sud

Una volta ripristinato il Ponte, nascerà un corridoio per far confluire rinforzi e rifornimenti, nonché per evacuare i civili da Raqqa

Come preventivato a Raqqa si prepara il quarto asse contro Isis: quello a sud. I militari Usa stanno procedendo alla riparazione del Ponte Nuovo, conquistato nei giorni scorsi dalle SDF. A proposito, hanno temporaneamente chiuso la deviazione della Halap ar Raqqah Road, che porta alla roccaforte Daesh. Una volta ripristinata, la struttura permetterà la creazione di un corridoio sicuro nell’area meridionale. Al suo interno vi transiteranno sia i rinforzi e i rifornimenti alle truppe siriane impegnate contro lo Stato Islamico sia i civili, che verranno evacuati dalle zone di conflitto. In preparazione dell’offensiva a Yarmouk e Shahada, infatti, la Coalizione internazionale in giornata ha condotto diversi raid aerei a Dari’ia e a Panorama. Ciò in preparazione dell’intervento delle forze di terra.

Isis a ovest contrattacca a Hattin, al-Bared e Qadissiya. A est ad al-Sinaa. Nessuna azione, però, ha successo

Per quanto riguarda la situazione sugli altri 3 assi a Raqqa, a ovest prosegue la battaglia delle SDF contro Isis a el-Bared e Hattin. A Qadissiya il Daesh ha tentato di contrattaccare con auto-bomba (SBVIED) ma ha fallito. Nella zona, peraltro, i combattenti siriani hanno scoperto e smantellato un grande deposito di armi appartenete ai jihadisti. Questi hanno provato ad attaccare anche a est, nell’area di al-Sinaa, ai margini della Città Vecchia. Le azioni, però, non sono riuscite e le SDF stanno respingendo tutte le ondate. In loro soccorso è intervenuta l’operazione Inherent Resolve, che ha condotto raid in diverse zone della roccaforte dello Stato Islamico. Gli stike sono avvenuti per supportare i progressi dei soldati.

In arrivo nuovi rinforzi alle SDF: sono combattenti veterani di alcuni gruppi di ribelli moderati

Le SDF a Raqqa, peraltro, stanno per ricevere nuovi rinforzi, oltre alle truppe che ogni giorno si diplomano. Si tratta di alcune unità di gruppi ribelli moderati, che hanno accettato di spostarsi nella zona est della Siria per combattere Isis. Questi hanno siglato un’alleanza con le forze curde e lotteranno contro Daesh sotto la loro bandiera. Non è chiaro quanti uomini saranno. Ciò che è certo, però, è che si tratta di veterani esperti, che hanno già lottato contro lo Stato Islamico. Di conseguenza, conoscono bene il nemico e non si faranno trovare impreparati.

 

Back To Top