skip to Main Content

Iraq: PMU cacciano Isis da Hadar e Hatra, patrimonio mondiale UNESCO

Iraq: PMU Cacciano Isis Da Hadar E Hatra, Patrimonio Mondiale UNESCO

Le PMU cacciano Isis dalle rovine di Hatra, capitale del primo Regno Arabo

Isis in Iraq sta subendo duri colpi a sud di Mosul, nella regione di Hadar. Nella zona è in corso un’offensiva delle milizie paramilitari sciite al-Hashd al-Shaabi (Public Mobilization Units, PMU). Nome delle manovre, Mohammed Rasul Allah. L’obiettivo è liberare la zona dai jihadisti Daesh, che nelle ultime ore hanno perso la città di Hadar e le rovine di Hatra. L’antico insediamento, patrimonio mondiale UNESCO, fu fondato dalla dinastia seleucide durante il III secolo A.C. Successivamente divenne capitale del primo Regno Arabo. È nota anche perché resistette agli attacchi dell’Impero Romano (Traiano e Settimio Severo). Lo Stato Islamico la occupò nel 2010 e iniziò la distruzione sistematica dei reperti “blasfemi”. In realtà, molti di essi furono venduti al mercato nero per reperire risorse finanziarie.

Daesh sconfitto in 15 villaggi e ora PMU si concentrano su Baghdad-Tikrit-Mosul Road

Oltre ad Hadar e ad Hatra, Isis è stato cacciato da oltre 15 villaggi della zona. Al-Musaltan, Albu Alwan, Dabsa, al-Kunayfis, Tal Halala, Tal Rajim, al-Athouri, al-Huwaider, Salal, Oliba, Oliba al-Sharkiyah, Oliba al-Gharbiyah, Kreiz, Ghanem al-Awwad e Harraj. Le PMU, inoltre, continuano ad avanzare anche grazie all’appoggio aereo della Coalizione internazionale anti-Daesh. Al momento stanno operando per mettere in sicurezza la Baghdad-Tikrit-Mosul Road. Le milizie paramilitari, peraltro, hanno anche accolto numerose famiglie, in fuga dallo Stato Islamico nella zona. Ciò nonostante i jihadisti avessero vietato a tutti i civili di lasciare l’area, pena essere giustiziati. Tanto che ai margini del quadrante erano state inviate unità di miliziani per bloccare possibili tentativi di fuga. Nell’operazione sono state distrutte numerose auto-bomba (VBIED) e disinnescate trappole esplosive. Scoperto e smantellato, infine, un deposito di armi nell’area settentrionale della regione.

Uccisi in raid aerei 39 miliziani Isis a Mosul, al-Baaj, Fawaz Hezam e Tal Afar

Per Isis va male anche a Mosul. Le forze irachene hanno lanciato una serie di raid aerei nel quadrante occidentale e nella zona a ovest della ex roccaforte. Il bilancio è stato di 39 miliziani Daesh uccisi. Cinque di loro sono morti nel quartiere di Zanjili. Altri 13 vicino alla regione di al-Baaj. Undici, presso il villaggio di Fawaz Hezam e 10, infine a Tal Afar. Qui l’aeronautica di Baghdad ha bombardato e distrutto una trincea e un centro di comunicazioni dello Stato Islamico.

Back To Top