skip to Main Content

Iraq, Mosul è libera. Abadi annuncia la sconfitta totale di Isis

Iraq, Mosul è Libera. Abadi Annuncia La Sconfitta Totale Di Isis

In Iraq è una giornata storica, dopo 3 anni Mosul è Isis-free

Mosul è libera da Isis, Le truppe sono arrivate al Tigri e la bandiera irachena sventola anche nella zona ovest della città. Lo ha annunciato il presidente Haider al-Abadi, al termine di una giornata al crdiopalma. il capo dello stato era arrivato in zona in matttinata, ma fino all’ultimo ha voluto aspettare per ufficializzare la sconfitta del Daesh. I miliziani, infatti, controllavano ancora parzialmente Al-Qliyat e al-Shawan. Tanto che nelle due zone era in corso una violenta battaglia tra le forze locali e lo Stato islamico. I primi stavano avanzando velocemente e tutto lasciava pensare che avrebbero conquistato Mosul in giornata. Per prudenza, però, Abadi ha preferito attendere fino a che non fossero cessate tutte le ostilità.

La guerra contro Isis non è però ancora finita. Bisogna eliminare le ultime cellule nascoste in città

I miliziani Isis rimasti a Mosul hanno opposto resistenza fino all’ultimo, ma non sono comunque riusciti a contenere l’offensiva irachena. Diversi dei loro capi hanno preferito suicidarsi piuttosto che cadere nelle mani del nemico. Lo hanno fatto attivando le cinture esplosive che indossavano, una volta circondati dalle truppe. La guerra contro Daesh nella zona, però, non è finita. Nonostante lo Stato Islamico sia stato sconfitto in città, rimangono ancora alcune cellule o piccoli gruppi, che si sono nascosti. I militari e le forze di polizia hanno avviato a questo proposito un’operazione di bonifica casa per casa, per trovarli e neutralizzarli.

Ora le operazioni si concentreranno a Tal Afar e Hawija

Ora che Mosul è stata liberata da isis, le forze irachene si concentreranno su due obiettivi: il primo è Tal Afar, sempre nella provincia di Nineveh, e il secondo è Hawija. Le manovre nella prima zona sono già in corso è Daesh è stato cacciato da diversi villaggi. Per quanto riguarda la seconda, invece, sono pronti i piani per un’offensiva su grande scala in quella che è diventata l’ultima roccaforte dello Stato Islamico in Iraq. Intanto periodicamente vengono lanciati raid mirati sulla città e sui quadranti limitrofi. L’obiettivo è mantenere i jihadisti sotto pressione, eliminando i loro capi e alcuni assetti strategici.

La bandiera irachena per la priva volta dal 2014 sventola nell’area ovest di Mosul davanti al Tigri

Back To Top