skip to Main Content

Iraq, l’intelligence cattura tre leader ex ISIS in meno di due settimane

L’intelligence irachena serra i ranghi contro lo Stato Islamico, temendo che i terroristi possano compiere attacchi, sfruttando il caos creato dalla vittoria di al-Sadr alle elezioni

Le forze di sicurezza irachene serrano i ranghi nealla lotta contro lo Stato Islamico, temendo che i jihadisti possano approfittare della vittoria di Moqtada al-Sadr e degli sciiti alle elezioni parlamentari per compiere attacchi sanguinosi. Il risultato del voto, infatti, ha scatenato diverse proteste, sia da parte dei sunniti sia dall’ala degli sciiti più vicina all’Iran, scontenta che il suo candidato Nouri al-Maliki sia arrivato dietro al-Sadr. Al momento c’è grande confusione e pressing da varie parti sulla scelta del nuovo premier, che spetterà all’imam. Di conseguenza, come hanno denunciato anche i curdi, ci sono elevati rischi che l’ex ISIS tenti di compiere attentati a scopo di vendetta contro le ISF e la popolazione, nonché per far deragliare le trattative tra gli sciiti.

Tre leader e comandanti ex ISIS di primo piano sono già finiti nella rete dell’INIS irachena

Questa situazione di alto rischio in Iraq ha fatto sì che l’intelligence di Baghdad (INIS) stringesse il cerchio attorno a una serie di leader dello Stato Islamico, che seguiva da tempo. Obiettivo: annullare le capacità organizzative e operative dei jihadisti prima che sia troppo tardi. Sono già cadute nella rete della sicurezza locale tre figure di primo piano in meno di due settimane:

  • il “ministro delle Finanze” IS, Sami Jasim al-Jaburi;
  • Ghazwan Al-Zoba’I (alias Abu Ubaidah Baghdad), uno dei terroristi ex ISIS più ricercati in Iraq e pianificatore di molti degli attentati più sanguinosi degli ultimi anni;
  • Karim Abdullah Maleh, uno dei comandanti operativi più esperti del gruppo (guidava un battaglione di forze speciali).

La caratteristica comune è che tutti e tre sono stati arrestati all’”estero”, presumibilmente in Turchia. All’interno del paese mediorientale, invece, nelle ultime ore sono stati catturati 34 elementi operativi della formazione. La caccia, sia in patria sia altrove, peraltro, è ancora aperta.

Photo Credits: Iraqi MoD

Back To Top