skip to Main Content

Iraq, Isis perde la fabbrica di auto-bombe (VBIED) a Tal Afar

Iraq, Isis Perde La Fabbrica Di Auto-bombe (VBIED) A Tal Afar

Aumenta l’attività cinetica anti-Isis a ovest di Mosul, verso la Siria

Isis in Iraq ha perso uno dei comandanti più importanti nella zona a ovest di Mosul. Il responsabile della fabbricazione di auto-bomba (VBIED) a Tal Afar. Il leader Daesh è stato ucciso in un raid aereo poche ore fa, lanciato contro un edificio in cui venivano assemblati i VBIED. Nell’operazione sono morti anche una ventina di jihadisti e sono stati distrutti 8 veicoli, pronti per essere usati. Annientate nella zona anche 3 fabbriche di trappole esplosive e ordigni improvvisati (IED). L’attacco di oggi si aggiunge all’operazione della milizia paramilitare sciita l-Hashd al-Shaabi (Popular Mobilization Units, PMU). Le manovre, nome in codice “Revenge for the Martyrs of Iraq and Salahuddin”, hanno causato l’uccisone di circa 200 membri dello Stato Islamico verso la zona della Middle Euphrate Valley.

Uccisi 200 jihadisti Isis che dalla Siria si erano infiltrati ad Al-Aaj

I miliziani Isis si erano infiltrati dalla Siria in Iraq, entrando nel distretto di Al-Aaj a sud ovest di Tal Afar. Nella zona erano presenti anche 3 rifugi dei jihadisti, distrutti con un bombardamento dell’Aeronautica irachena insieme a 75 VBIED. Ieri, invece, nella stessa zona era stato smantellato una base usata dal Daesh per ricevere terroristi stranieri ad Al-Wakr nel distretto di Muthanna. Si trattava di una struttura importante, in quanto era il primo punto di arrivo dei foreign fighters da Siria e Turchia. Qui lo Stato Islamico effettuava una selezione e smistava i fondamentalisti in base alle capacità e alle necessità dei comandanti locali.

Scoperto a Mosul un deposito segreto Isis con tonnellate di grano, doveva essere venduto al mercato nero

Intanto a Mosul le forze irachene hanno fatto una nuova scoperta, avanzando nella zona Ovest. Un magazzino in cui Isis aveva stoccato tonnellate di grano, mentre la popolazione pativa la fame. I jihadisti Daesh hanno nascosto le derrate. Lo scopo era distribuirle alle famiglie dei miliziani e rivenderle al mercato nero. Ciò per recuperare risorse e pagarsi gli stipendi, che i vertici dello Stato Islamico hanno congelato da tempo. Fortunatamente l’esercito ha trovato l’edificio e si sta occupando di trasferire il grano al sicuro. Questo poi sarà distribuito ai 450.000 sfollati di Mosul, assistiti nei campi della zona dalle autorità. Eliminato, infine, anche il ministro del Petrolio Isis: Abu Maria al-Rusi, insieme ad altri 11 estremisti in un raid aereo.

Back To Top