skip to Main Content

Iraq, al via in 48 ore la fase 2 dell’offensiva anti-Isis a Hawija. E con i Peshmerga

Iraq, Al Via In 48 Ore La Fase 2 Dell’offensiva Anti-Isis A Hawija. E Con I Peshmerga

I Peshmerga parteciperanno alla seconda fase dell’offensiva ad Hawija, attaccando Isis da est

I Peshmerga parteciperanno alla seconda fase dell’operazione anti-Isis ad Hawija. Lo hanno confermato fonti ufficiali, spiegando che nelle ultime ore sono arrivati a Kirkuk numerose unità militari curde. Queste opereranno sul fianco orientale per cacciare Daesh dal quadrante. Le forze irachene e le milizie paramilitari, invece, attaccheranno lo Stato Islamico da nord, sud e ovest. Le manovre cominceranno entro 48 ore e prenderanno il via dai due fiumi: il Tigri e lo Zab. A proposito, sono giunti nell’area i rinforzi ai soldati di Baghdad e agli sciiti di Al-Hashd Al-Shaabi (PMU), che hanno ricevuto anche assetti missilistici. Primo obiettivo sarà prendere il controllo della base aerea militare di Shuqqat Riyad, per facilitare la consegna di rifornimenti e le evacuazioni dei civili dai terreni di scontro.

Nella zona si ripete l’effetto “Anbar”. Alcuni miliziani lanciano attacchi a sopresa, ma altri si arrendono

Intanto ad Hawija sta avvenendo quanto già accade ad Anbar, soprattutto a Rawa e Qaim. Alcuni miliziani Isis hanno deciso di arrendersi al nemico. Negli ultimi giorni diversi jihadisti Daesh e le loro famiglie si sono consegnati ai Peshmerga, che presiedono l’area a sud ovest di Kirkuk. In particolare a Deibka e nelle altre regioni che confinano a est con la roccaforte. Altri, invece, tentano contrattacchi a sorpresa, ma con esiti disastrosi. È il caso di un raid di elementi dello Stato Islamico per conquistare il ponte di al-Zarka, che collega Tuz Khurmatu e Tikrit. Un gruppo di jihadisti ha lanciato un’offensiva nella zona, ma le PMU li hanno respinti. Nella battaglia sono stati uccisi almeno 16 miliziani e altri 4 feriti. Peraltro, è il secondo attacco in due giorni alla struttura, in quanto domenica era avvenuto un episodio analogo. In quel caso gli estremisti uccisi, però, erano stati nove.

Back To Top