IOM, in Libia attualmente ci sono oltre 669.000 migranti illegali

Libia Africa MENA Migranti Onu IOM Tripoli Niger Egitto Ciad Sudan Nigeria Sicurezza Europa

IOM: In Libia ci sono attualmente oltre 669.000 migranti illegali, provenienti da più di 41 paesi. I top five sono in Africa: Niger, Egitto, Ciad, Sudan e Nigeria. La concentrazione maggiore è nell’area di Tripoli

In Libia ci sono attualmente oltre 669.000 migranti illegali. Lo ha denunciato l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) in un rapporto. Questi, secondo il testo, provengono da 100 municipalità, 554 comunità e più 41 paesi diversi. Le nazioni top, sono comunque in Africa: Niger, Egitto, Ciad, Sudan e Nigeria. Ce ne sono diversi, però, originari dell’Asia. Il nucleo più grande proviene dall’Africa Sub-Sahariana (65%), seguito da quella settentrionale del Continente (29) e da Asia e Medio Oriente (6). In base all’analisi degli esperti, il 12% sono donne e il 9 bambini. La maggior concentrazione si registra nel quadrante occidentale del paese (circa il 60%), con i picchi più elevati a Tripoli e nella zona circostante (Misurata ed Ejdabia). Gli altri sono suddivisi tra sud (21,5%) ed est (18,5). Questi, comunque, sono solo i migranti identificati.

Oltre ai migranti “riconosciuti”, in Libia c’è anche un esercito di invisibili. Secondo diverse fonti il totale nel paese africano si aggira su un milione

Ai migranti “riconosciuti” se ne debbono aggiungere molti altri. Più o meno 8.000 nei 18 centri di detenzione a Tripoli e molti invisibili ai radar internazionali, ma non a quelli delle milizie e dei criminali che gestiscono il loro traffico in Libia. Spesso anche compiacenti con le istituzioni di Tobruk o del GNA. Secondo diverse fonti, il loro numero si aggirerebbe nell’ordine delle centinaia di migliaia. Perciò, insieme ai dati IOM si arriva alla cifra record di quasi un milione di persone. Non è chiaro, peraltro, se in queste statistiche rientrino anche i circa 14.000 migranti salvati dalla Guardia Costiera del paese nord africano da gennaio del 2018 in 104 operazioni o quelli liberati dalle forze di polizia locali, come avvenuto a Sabratha solo pochi giorni fa.

Il rapporto DTM sui migranti nel paese  (file PDF)

Photo Credits: ONU