skip to Main Content

Gli hacker di Di5s3nSi0N annunciano la guerra finale contro Isis sul web

Gli Hacker Di Di5s3nSi0N Annunciano La Guerra Finale Contro Isis Sul Web

Di5s3nSi0N: Isis è stato cacciato dalle nostre terre, ora la missione è porre fine ai loro siti web

Di5s3nSi0N dichiara guerra totale a Isis sul web. Il gruppo di hacker, che ha umiliato daesh per due volte, mettendo offline il sito di propaganda web Amaq, fa un nuovo annuncio. Sul suo profilo Twitter si legge che “Mashallah i cani di al-Badri sono stati cacciati dalle nostre terre e i cuori della popolazione sono colmi di nuovo! Ora la facile missione è porre fine ai loro siti internet”. Il post si chiude con gli hashtag #silencetheswords #OpISIS #ISIS #AMAQ. Il significato dell’affermazione è semplice. Il collettivo di hactivisti andrà alla ricerca dei contenuti jihadisti in rete e dei vettori usati per diffonderli. Una volta identificati, come peraltro già avvenuto a novembre, questi verranno neutralizzati. È ipotizzabile che non sarà preso di mira solo Amaq, ma anche tutti gli altri siti che fanno capo allo Stato Islamico, in quella che può essere definita una cyber offensiva finale.

Gli hacker hanno sempre mantenuto quanto annunciato. Lo conferma la doppia umiliazione a Daesh legata ad Amaq

Di5s3nSi0N, d’altronde, ha già dato prova di affidabilità in questo senso. A novembre mise offline Amaq dopo che Isis aveva annunciato di aver rinforzato la cybersecurity dei suoi canali. Poi, rilanciò annunciando che il 17 del mese avrebbe colpito ancora. Cosa che puntualmente avvenne e Daesh, nonostante l’avvertimento, non potè fare nulla per bloccare il cyber attacco. Finora, però, gli hacker si erano concentrati su obiettivi singoli. Non avevano mai parlato dei “siti internet” dello Stato Islamico nella loro totalità. Perciò, l’annuncio rappresenta una novità importante. È un cambio di passo nella guerra contro lo Stato Islamico su internet che, date le premesse, i jihadisti difficilmente riusciranno a contrastare.

Se Di5s3nSi0N e DaeshGram cominciassero a operare insieme, si creerebbe un cyber army che Isis non può sconfiggere

Oltre a Di5s3nSi0N, infatti, Isis ha un altro grande nemico sul web: sono gli hacker di DaeshGram. Anche loro finora hanno puntato a bloccare la diffusione di Amaq, creando falsi siti internet che hanno creato il caos nello Stato Islamico. Tanto che diversi gruppi di simpatizzanti hanno cominciato a farsi la guerra tra loro, incolpando l’altro di quanto stava accadendo. Al momento non ci sono informazioni circa cyber operazioni congiunte tra i due collettivi. Certo è che se si unissero e concordassero gli obiettivi, si otterrebbe un moltiplicatore di forza quasi inarrestabile. Un cyber army che i miliziani molto difficilmente sarebbero in grado di contrastare e il risultato della guerra contro Isil nel cyberspazio diverrebbe quasi scontato.

Il post di Di5s3nSi0N su Twitter in cui annunciano la cyber offensiva finale contro Isis

Il post di DaeshGram in cui si rende nota la guerra tra i gruppi di simpatizzanti dello Stato islamico sui social media

Back To Top