skip to Main Content

Geopolitica, gli USA puntano sul Sud-Est Asiatico e l’Indo-Pacifico

Gli USA puntano sul Sud-Est Asiatico e l’Indo-Pacifico. Visita del vice presidente Kamala Harris a Singapore e in Vietnam. Obiettivo: contrastare l’espansione della Cina in ambito economico e la sua influenza sulla sicurezza

La visita del vice presidente degli Stati Uniti, Kamala Harris, in Vietnam e Singapore ha un significato molto preciso. Conferma che la strategia USA avrà focus sul Sud-Est Asiatico e nell’area dell’Indo-Pacifico. Obiettivo: contrastare la crescita economica della Cina e la sua influenza nell’ambito della sicurezza. Singapore in particolare rivestirà un ruolo centrale. La nazione ospita il più grande porto della regione e sostiene la necessità di continuare a garantire la libera navigazione. Beijing, invece, diventa sempre più aggressiva nell’area, sia con dimostrazioni muscolari sia con azioni di disturbo verso gli attuali equilibri. Ciò, infatti, preoccupa non solo l’amministrazione Biden, ma la stessa Singapore, che finora è rimasta equidistante tra i due competitor, pur essendo partner regionale strategico di Washington. Questo elemento potrebbe avere un peso rilevante nel prossimo futuro, insieme al fatto che il Vietnam rischia di vedersi sottrarre dalla Repubblica Popolare le risorse energetiche nel Mar Cinese Meridionale.

Back To Top