skip to Main Content

Forze Armate, mission accomplished per la Folgore alla Mangusta 2021

La Folgore conclude l’edizione 2021 dell’esercitazione Mangusta. Obiettivo: prepararsi contro le nuove minacce ibride, simulando teatri ostili anche su cyber e guerra elettronica

I paracadutisti della Brigata Folgore hanno appena concluso l’esercitazione Mangusta 2021 tra la Toscana e il Friuli Venezia Giulia. Obiettivo delle manovre: addestrare l’unità da combattimento dell’Esercito Italiano nella pianificazione, preparazione e condotta di operazioni avio-portate e nelle attività tattiche militari (offensive, difensive, abilitanti). Ciò, in un contesto caratterizzato da conflittualità ibrida (regolare, irregolare, cyber) e in ambiente semi-permissivo/ostile, nell’ambito di una campagna finalizzata alla presa, tenuta e allargamento di una testa di aviosbarco (Initial Entry Force) a premessa del ricongiungimento con le “follow-on forces”. Nell’edizione 2021 della Mangusta sono stati impegnati circa 700 militari.

I paracadutisti dell’Esercito Italiano hanno focalizzato l’attenzione sul miglioramento delle procedure d’impiego interforze e joint

Il focus addestrativo della Mangusta 2021 è stato ampliato verso le attività mirate alla verifica delle procedure d’impiego, in un’ottica di incremento dell’integrazione interforze e del livello di interoperabilità della Folgore con le forze alleate. I moderni scenari operativi sempre più caratterizzati da incertezza e volatilità, impongono infatti la necessità di preparare costantemente il personale a mantenere e migliorare gli standard individuali e collettivi, incrementare le capacità operative di High Readiness Force. Ciò, mediante lo sviluppo di operazioni complesse, sincronizzando la proiezione e l’applicazione del combat power nel tempo e nello spazio, nonché integrando l’intero spettro del supporto aerotattico ed esprimendo il Mission Command fino ai minimi livelli.

I parà si sono integrati in un dispositivo multiarma dell’Esercito Italiano, che ha visto anche la partecipazione di militari internazionali

I paracadutisti della Folgore sono stati integrati in un dispositivo pluriarma dell’Esercito Italiano con tutte le Unità della Brigata. Compresi gli assetti per le Informazioni Tattiche, che hanno supportato le attività con le capacità di sorveglianza del campo di battaglia, guerra elettronica e ricerca informativa da fonti umane; assetti statunitensi della 173esima Airborne Division. Inoltre, la Mangusta 2021 ha visto un Landing Zone Control team del Plotone esploranti della 11esima Air mobile Brigade olandese; velivoli della 46esima Aerobrigata di Pisa impiegati per inserzione del personale tramite aviolancio e per gli avio-rifornimenti; 3 elicotteri NH90 e 2 elicotteri A129 Mangusta della Brigata Aeromobile “Friuli”.

Photo Credits: Brigata Paracadutisti Folgore

La gallery della Mangusta 2021

Back To Top