Filippine, evoluzione a Marawi: Maute/Isis chiuso in un unico quadrante

Filippine Marawi Duterte Isis Isil Daesh Stato Islamico IS Maute Militari Luna Sottosegretario Difesa

Mentre Isis è bloccato, i militari a Marawi evacuano i civili e studiano come neutralizzare i miliziani

C’è un’evoluzione dell’ultimo momento nella guerra a Marawi tra le l’esercito delle Filippine e il Maute/Isis. I soldati sono riusciti a chiudere i miliziani Daesh in un quadrante specifico nella città assediata. Ciò permetterà loro da una parte di controllare i jihadisti dello Stato Islamico. dall’altra, di evacuare i civili ancora intrappolati nelle zone degli scontri. La battaglia, comunque, non è ancora vinta. Le truppe devono riuscire a evitare fuoruscite di guerriglieri dall’area e stringere gradualmente il cerchio su di loro. Non si sa, peraltro, nemmeno di quanti ostaggi dispongano gli estremisti. Questi, infatti, dopo un primo momento in cui hanno agito allo “scoperto”, poi si sono mossi nell’ombra, evitando il più possibile di essere rilevati dagli assetti aerei ISR del nemico.

A Pigcawayan crolla la resistenza Isis nella scuola. Assedio finito e liberati i 63 ostaggi

Intanto, nella stessa isola filippina, a Pigcawayan, si è conclusa la crisi degli ostaggi. I miliziani Isis avevano assaltato una scuola e fatto prigionieri gli insegnanti e gli studenti al suo interno. Le forze di Manila, però, sono riuscite a eliminare i jihadisti Daesh e a salvare tutte le 63 persone che si trovavano nella struttura. Inoltre, hanno eliminato alcuni estremisti presso un villaggio a nord Cotabato, nella stessa aerea. Non è chiaro se facessero parte del commando che ha assalito la città o se si trattasse di un gruppo dello Stato Islamico diverso. Isil da parte sua continua a usare l’arma della propaganda contro i soldati filippini. Sull’organo di stampa della formazione, Amaq, è stata pubblicata la notizia della morte di 13 soldati, avvenuta oggi durante gli scontri a Marawi. In particolare nei quartieri di Lloyd Madhya,Baling e Marinot. Il dato non è stato confermato da fonti ufficiali.