skip to Main Content

Difesa, nasce il Polo Nazionale della Dimensione Subacquea

In Italia nasce il Polo Nazionale della Dimensione Subacquea. Il PNS sarà uno dei pilastri della partnership tra la Marina Militare, gli operatori e gli stakeholder rilevanti, rivolta a proteggere le infrastrutture critiche sottomarine

L’underwater è sempre più importante per la sicurezza e gli interessi nazionali, e sempre più soggetto ad azioni ostili. Lo ha sottolineato il sottosegretario alla Difesa, Matteo Perego di Cremnago, al termine dell’inaugurazione a La Spezia del Polo Nazionale della Dimensione Subacquea. “Il sabotaggio del nord stream dello scorso autunno è stato il campanello di allarme che ha mostrato a un pubblico più ampio quanto all’interno della Difesa italiana già si sapeva, in termini di vulnerabilità delle infrastrutture critiche subacquee, difficoltà di protezione da attacchi e difficoltà di attribuirli – ha spiegato Perego di Cremnago -. Le infrastrutture critiche sottomarine, per la loro estensione” continua Perego “non possono essere presidiate e protette come avviene per gli obiettivi sensibili sul territorio nazionale, questo richiede una partnership tra la Difesa, in particolare la nostra Marina Militare che ha una lunga e solida tradizione di capacità per la guerra sottomarina, gli operatori delle infrastrutture critiche, e gli stakeholder rilevanti”.

Perego di Cremnago: Grandi aziende, PMI, centri di ricerca e università coopereranno con gli utilizzatori delle capacità subacquee, militari e civili per la Sicurezza e Difesa del Paese

“In questo modo – ha aggiunto il sottosegretario alla Difesa -, si possono sfruttare le sinergie tecnologiche ed operative, ad esempio in termini resilienza degli assetti, ma anche di cavi sottomarini che possono diventare essi stessi dei sensori per individuare minacce e attivare una risposta tempestiva da parte della forza armata, il PNS è uno dei pilastri di questa nuova partnership. Sarà un catalizzatore ed acceleratore di innovazione tecnologica – ha concluso Perego di Cremnago -: un tavolo cui grandi aziende, PMI, centri di ricerca e università coopereranno con gli utilizzatori delle capacità subacquee, militari e civili, per favorire le sinergie e la sperimentazione, per la Sicurezza e Difesa del Paese, per l’economia del Paese, del Sistema Italia”.

Photo Credits: NATO CENTRE FOR MARITIME RESEARCH & EXPERIMENTATION (CMRE)

Back To Top