skip to Main Content

Difesa, l’Italia consegna alla Slovenia il primo C-27J Spartan

L’Italia consegna alla Slovenia il primo C-27J Spartan. L’iniziativa è avvenuta nell’ambito dell’accordo G2G tra i due Paesi per la fornitura di materiali e servizi prodotti dall’industria nazionale

L’Italia ha consegnato alla Slovenia il primo velivolo da trasporto tattico C-27J Spartan nell’ambito dell’accordo di tipo G2G, tra i due Paesi per la fornitura di materiali e servizi prodotti dall’industria nazionale. La cerimonia si è svolta alla base militare di Cerklje ob Krki e giunge al termine di un percorso di circa due anni curato da Segredifesa, attraverso l’opera della Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità e del III Reparto Politica Industriale e Relazioni Internazionali. Nell’ambito dell’accordo G2G in materia di aviazione militare, il Ministero della Difesa sloveno ha chiesto al suo omologo italiano di negoziare e stipulare per proprio conto un contratto (e successivi atti aggiuntivi) legato all’acquisizione di due aerei C-27J e i necessari servizi di supporto logistico integrato, oltre a un programma di formazione per proprio personale navigante e manutentore erogato sia da Leonardo Divisione Velivoli sia dalla 46esima Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare.

Il ministro Črnec: La consegna è la prima di un processo di ammodernamento delle forze aeree slovene, che si concretizzerà nei prossimi mesi con l’acquisizione di un ulteriore C-27J e di alcuni elicotteri AW 139

Per la Slovenia erano presenti alla cerimonia di consegna del C-27J Spartan Marjan Śarec, Ministro della Difesa; Damir Črnec, Sottosegretario di Stato; il generale Franc Koracin, Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa; Željko Kralj, Direttore Generale per la Logistica; Roland Žel, Direttore Generale del Direttorato per le Politiche della Difesa. Per l’Italia, hanno partecipato all’evento il generale Luciano Portolano, Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, e il generale Ispettore Capo Giuseppe Lupoli, Direttore degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità. Il ministro Črnec ha espresso la sua soddisfazione per l’acquisizione del velivolo e ha sottolineato come questa sia solo la prima di un processo di ammodernamento delle forze aeree slovene, che si concretizzerà nei prossimi mesi con l’acquisizione di un ulteriore C-27J e di alcuni elicotteri AW 139, sempre secondo gli auspici dell’accordo G2G già in atto e firmato dai due Ministeri della Difesa.

Il generale Portolano (SEGREDIFESA): Con la consegna C-27J, l’industria nazionale vede incrementare le proprie opportunità di export, essendo in grado di fornire non il solo sistema d’arma, ma un intero “pacchetto operativo”, grazie al pieno coinvolgimento delle articolazioni del Dicastero Difesa

Nel suo intervento, il Generale Portolano, dopo aver portato i saluti del ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha sottolineato come la consegna del primo C-27J sia di beneficio per l’industria nazionale che, con lo schema G2G, vede incrementare le proprie opportunità di export, essendo in grado di fornire non il solo sistema d’arma, ma un intero “pacchetto operativo”, grazie al pieno coinvolgimento delle articolazioni del Dicastero Difesa. Così facendo, il settore aeronautico industriale italiano riesce ad aumentare di fatto la propria competitività a livello internazionale. In termini generali, gli accordi G2G sono strumenti di politica industriale che consentono la vendita di beni/servizi da Governo a Governo e si concretizzano attraverso la firma di un accordo tra esponenti dei rispettivi Governi. Si tratta di una formula di vendita alternativa alle più comuni Business to Government (B2G), cioè tra imprese private e Governo, o Business to Business (B2B), cioè tra imprese private.

Back To Top