skip to Main Content

Difesa, la Francia finalizzerà l’accordo con l’Ucraina per il fondo speciale

La Francia finalizzerà l’accordo con l’Ucraina per il fondo speciale. Avrà una capienza iniziale di 100 milioni e la sua nascita dovrebbe avvenire a margine della prossima ministeriale NATO. A Kiev servono i sistemi di difesa anti-aerea, come i SAMP/T, contro la Russia

La Francia firmerà l’accordo con l’Ucraina per la costituzione di un fondo di supporto speciale per la Difesa, pari a 100 milioni di euro, a margine della prossima ministeriale NATO. Lo si apprende da fonti diplomatiche. Le risorse permetteranno a Kiev di acquisire direttamente dalle industrie del Paese d’Oltralpe gli equipaggiamenti e i sistemi necessari a fronteggiare l’invasione della Russia. Le ultime richieste dell’Ucraina, rilanciate dall’Alleanza Atlantica, sono quelle di dotarsi di sistemi di difesa anti-aerea di ultima generazione. La Germania ha risposto, inviando una batteria di missili Iris-T, mentre gli USA invieranno i National Advanced Surface-to-Air Missile Systems (NASAMS) e la Francia potrebbe contribuire con i SAMP/T, co-prodotti dall’Italia. In questo contesto, il nuovo fondo permetterebbe di acquisirli molto velocemente. L’Ucraina, però, è una nazione molto grande e gli attacchi arrivano spesso da più direzioni in contemporanea. Di conseguenza, ha bisogno di numerosi sistemi, dislocati nelle aree strategiche.

Back To Top