skip to Main Content

Difesa, Italia e Pakistan sviluppano la cooperazione su industrie e sicurezza

Italia e Pakistan sviluppano la cooperazione su industrie della Difesa e sicurezza. Tredicesima bilaterale tra i due paesi, presieduta dal generale Portolano, a capo di SegreDife/DNA, e dal suo omologo, il generale Ali Sadiq. Si guarda a possibili partnership

Le forze armate di Italia e Pakistan sviluppano la cooperazione bilaterale sulla sicurezza, soprattutto in ambito industriale. L’occasione è stata la 13esima bilaterale tra i due paesi, co-presieduta dal generale Luciano Portolano (Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, SegreDife/DNA) e dal suo omologo, il generale Ali Sadiq, Secretary del Ministry of Defence Production. Nel corso dell’evento sono state inoltre identificate soluzioni per incrementare la sostenibilità e la supportabilità dei sistemi e dei materiali di equipaggiamento forniti dall’industria nazionale ai militari di Islamabad. Inoltre, la delegazione Italiana di SegreDifesa/DNA ha recepito l’estremo interesse della controparte a una maggiore cooperazione nello specifico settore, assieme alla comune volontà di sviluppare progetti di partenariato tra aziende, in modo da mettere insieme tecnologia italiana, manifattura e infrastrutture locali per creare un hub nella regione.

Portolano: Italia e Pakistan sono legati da solidi rapporti di amicizia e da una importante collaborazione anche sulla Difesa. Islamabad è strategica per la regione, anche in chiave afghana

“Da 70 anni Italia e Pakistan sono legati da solidi rapporti di amicizia e da una importante collaborazione bilaterale in molti campi, tra cui quello della Difesa – ha sottolineato il generale Portolano -. Rapporti che possiamo ulteriormente consolidare. Il Pakistan svolge un ruolo fondamentale nella regione – ha proseguito l’alto ufficiale -. Il suo peso strategico è cresciuto e ha guadagnato centralità per la questione afghana. Ricordiamo, infatti, tra le altre cose, che il Pakistan condivide oltre 2.600 chilometri di confine con l’Afghanistan, con tutto ciò che da ciò deriva”.

Back To Top