skip to Main Content

Difesa, anche l’Australia avrà il suo Defense Space Command

Anche l’Australia avrà il suo Defense Space Command. Inizialmente sarà piccolo, ma la nuova strategia nazionale per lo spazio prevede la sua espansione. Canberra serra i ranghi sullo Spazio con i Five Eyes e, forse, con l’UE

Anche l’Australia si dota di un Comando militare per le operazioni spaziali: è il Defense Space Command, appena annunciato dal ministro della Difesa, Peter Dutton, insieme a una nuova strategia che prevede investimenti importanti. Il Comando, che lavorerà in stretta cooperazione con l’Agenzia Spaziale Australiana e i partner industriali e accademici, attingerà personale dalle tre forze armate. Inizialmente sarà composto da un centinaio di elementi e lavorerà insieme alle nazioni, che condividono la stessa visione sullo Spazio. E’ probabile quindi che si tratti dei membri del gruppo Five Eyes (Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Nuova Zelanda), più forse l’Unione Europea. Canberra attualmente ha un paio di satelliti in orbita, ma pensa nel prossimo futuro di lanciarne altri di nuova generazione, che possano inter-operare con gli alleati. Inoltre, guarda a partnership industriali per lo sviluppo e la gestione di sistemi dual-use.

Back To Top