Corea del Nord, meeting positivo Seul-Tokyo in attesa dell’incontro clou

Coreadelnord Pyongyang Coreadelsud Kimjongun Olimpiadi Pyeongchang Panmunjom Nucleare Missili Icbm Mrbm Slbm Usa Penisolacoreana

Seul: L’obiettivo è far sì che la partecipazione della Corea del Nord alle Olimpiadi di PyeongChang si traduca in una risoluzione di pace sulla crisi nucleare

L’incontro sulla Corea del Nord tra l’inviato per il nucleare di Seul e quello giapponese è stato fruttuoso. I due paesi hanno stabilito di incrementare la cooperazione per sfruttare al meglio la Tregua Olimpica nei rapporti con Pyongyang. L’obiettivo rimane raggiungere un accordo di pace con il regime di Kim Jong-un e la denuclearizzazione della penisola coreana. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri sudcoreano al termine del meeting tra Lee Do-hoon e Kenji Kanasugi. “Entrambe le parti hanno deciso di intensificare gli sforzi diplomatici per creare un “pace momentum” nella Penisola, si legge in un comunicato. Si punta a far sì che “l’incontro inter-coreano sulla possibile partecipazione alle Olimpiadi di PyeongChang si traduca in una risoluzione di pace sulla crisi nucleare”. Inoltre, si lavorerà per portare la Corea del Nord a negoziati significativi sul tema e sulla questione dei missili ICBM.

Grande attesa per l’incontro a Panmunjom tra i rappresentanti di Pyongyang e di Seul. Sarà la prova del nove sul prossimo futuro nella Penisola coreana

Per il futuro dei negoziati con la Corea del Nord, comunque, l’appuntamento più importante è quello del 9 gennaio. Nel villaggio di Panmunjom, al confine tra le due Coree, si incontreranno alti funzionari del regime di Kim Jong-un con i rappresentanti della Corea del Sud. In quell’occasione Seul presenterà a Pyongyang ufficialmente le proposte e le regole per l’ammissione della nazione ai Giochi di PyeongChang, che si terranno dal 9 al 25 febbraio. Non ci dovrebbero essere particolari sorprese, in quanto il paese ha completato con successo l’iter per partecipare alla competizione. Mancava solo l’ok finale dal dittatore, che sembra sia arrivato a fine anno con il suo discorso alla nazione. Peraltro, dalla Corea del Sud ci sono stati diversi segnali di distensione. Tra questi la disponibilità a spostare le esercitazioni militari con gli Usa, che avevano mandato su tutte le furie Kim Jong-un.