skip to Main Content

Corea del Nord, Graham: In caso nuovo test c’è 70% chances di attacco Usa

Corea Del Nord, Graham: In Caso Nuovo Test C’è 70% Chances Di Attacco Usa

Graham: Una eventuale guerra contro la Corea del Nord sarebbe a tutto campo, non limitata ad attacchi chirurgici. Ma bisogna fare di tutto per evitarla. Anche un faccia a faccia tra trump e Kim Jong-un

A oggi c’è il 30% di possibilità che gli Usa lancino un attacco militare contro la Corea del Nord. Ma se Pyongyang effettuerà un altro test atomico, questa aumenterà al 70%. Lo ha affermato il senatore Lindsey Graham, membro del comitato Forze Armate del Congresso, in un’intervista a The Atlantic. Il politico, già colonnello della US Air Force ha tracciato un quadro di ciò che potrebbe essere l’opzione militare. “Una guerra a tutto campo contro il regime di Kim Jong-un, nessuna opzione per attacchi chirurgici. Non è sufficiente neutralizzare le strutture nucleari, bisogna abbattere completamente il regime. Non siamo ancora al punto di svolta, ma se dovessero testare un’altra arma atomica, tutto potrebbe succedere”. Il falco del Congresso, però, è disposto a tutto pur di evitare un conflitto armato. Compresa l’ipotesi di un summit diretto tra Donald Trump e Kim Jong-un.

Il senatore: Trump non permetterà mai a Pyongyang di avere un ICBM nucleare capace di minacciare gli Usa. Per evitare il conflitto Graham propone alla Cina 2 soluzioni

Su una cosa, però, Graham è certo. Trump ha deciso al 100% che non permetterà a Kim Jong-un di diventare una potenza atomica. Cioè di raggiungere la capacità di unire un missile a una testata nucleare e che questo possa colpire gli Usa in maniera efficace. Il tempo, peraltro stringe. “Se non ci saranno cambiamenti, il presidente dovrà adottare l’opzione militare” contro Pyongyang. “Non mi importa se la Corea del Nord diventerà un protettorato della Cina o chi Pechino metterà a capo del paese. Almeno fino a quando questa persona non vorrà creare un arsenale nucleare che minaccia l’America”. Per il senatore del South Carolina ci sono “un paio di soluzioni per porre fine a tutto ciò. La Cina se volesse potrebbe uccidere il dittatore o smettere di rifornire il paese di petrolio. Ciò metterebbe in ginocchio l’economia della nazione”.

L’intervista integrale di Graham a The Atlantic 

 

Back To Top