skip to Main Content

Arte e cryptocurrency si fondono con “a Moment of Darkness”

Arte E Cryptocurrency Si Fondono Con “a Moment Of Darkness”

Con “a Moment of Darkness”, Diego Tonus fonde Arte e cryptocurrency. L’opera, parte del progetto “Fragments of a Conversation with a Counterfeiter”, nasconde all’interno una private key con un Bitcoin

Arte e cryptocurrency si fondono per la prima volta concretamente con “a Moment of Darkness” di Diego Tonus. L’opera, ritratto del falsario anonimo protagonista del progetto “Fragments of a Conversation with a Counterfeiter”, nasconde un segreto: una private key con Bitcoin. Perciò la scultura ha un doppio valore: artistico e della cryptovaluta, che coesistono e sono intrinsecamente legati. Per monetizzarlo, infatti, bisogna fare una scelta: aspettare lungo tempo oppure portare avanti un’azione distruttiva. Come riporta il sito web dell’artista, l’intero progetto vuole essere una discussione sulla trasformazione e il trasporto di valore, entrambi legati ala messa in discussione della valorizzazione del tempo e dello spazio in tempi di crisi. Ogni opera è una manifestazione della discussione attraverso l’atto di presentare oggetti, azioni e parole vissute dal falsario all’interno della sua pratica di riproduzione del valore e dei modi do trasportarlo, dell’hacking dei sistemi di controllo e della definizione dell’individualità.

La scultura di Tonus rivoluziona i legami tra arte e cryptovalute. Queste finora erano usate come sistemi di pagamento nel mercato delle opere e quale fonte di ispirazione, ma non si erano mai fuse con esse 

Peraltro, “a Moment of Darkness” rivoluziona anche i legami che Arte e cryptocurrency avevano avuto finora. Le cryptovalute, infatti, sono largamente diffuse come sistemi di pagamento nel commercio di opere e sono state diverse volte fonte d’ispirazione per vari tipi di lavori. Da quelli tradizionali ai CryptoGraffiti, passando per i RarePepes e i CryptoKitties. Non manca nemmeno un monumento dedicato ai Bitcoin. Ma, finora, nessuno li aveva mai fusi insieme correlando il rispettivo valore. In più, Tonus ha registrato l’intero progetto presso l’ufficio per la Proprietà Intellettuale (IPO) del Benelux come segreto commerciale (la validità è 10 anni). Un ulteriore elemento di unione tra questi due mondi e tra vita reale e cyberspazio, che si fondono sempre di più. Intanto, “a Moment of Darkness”, è diventata parte della collezione permanente del Museo di Arte Moderna (MAMbo) di Bologna.

Photo Credits: E&B Photo

Back To Top