skip to Main Content

Africa, violenta epidemia di morbillo in Angola

Violenta epidemia di morbillo in Angola. Le aree più colpite sono Bie, Cabinda, Cuanza Norte, Huambo, Luanda, Uige e Zaire. Tra il 1 e il 31 ottobre si sono registrati almeno 2.000 contagiati, soprattutto bambini

In Angola è in corso una violenza epidemia di morbillo. La malattia ha già colpito divere aree del paese africano, causando almeno 2.000 contagiati (1-31 ottobre) prevalentemente tra i bambini. Nello stesso periodo dell’anno scorso erano stati 241. Le province più a rischio sono Bie, Cabinda, Cuanza Norte, Huambo, Luanda, Uige e Zaire. La situazione, nonostante le rassicurazioni di Luanda, desta forte preoccupazione in ambito internazionale. Non a caso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO) e l’UNICEF si sono già attivate per mobilitare risorse, che permettano di incrementare e velocizzare la campagna vaccinale nella nazione. La copertura vaccinale contro il morbillo in Angola è stata, infatti, stimata al 44% nel 2020, un dato molto inferiore al 92-95% richiesto per prevenire una trasmissione più ampia nella comunità. Il morbillo, peraltro, è una malattia virale estremamente contagiosa, i cui sintomi possono svilupparsi fino a 21 giorni dopo l’esposizione.

Back To Top