skip to Main Content

Africa, RDC: il 14 dicembre conferenza stampa di M23 a Bunagana

M23 terrà il 14 dicembre una conferenza stampa a Bunagana. Si teme una rottura definitiva della tregua nell’Est della Repubblica Democratica del Congo (RDC)

Il gruppo March 23 (M23) terrà una conferenza stampa il 14 dicembre a Bunagana per annunciare la sua posizione ufficiale sulla tregua con le truppe della Repubblica Democratica del Congo (RDC) nel North Kivu. Non ci sono dettagli in tal senso, ma si teme una rottura ufficiale dopo le ultime dichiarazioni del presidente Felix Tshisekedi, che si è congratulato con il Parlamento per aver dichiarato i ribelli come “formazione terroristica” e aver proibito una loro integrazione all’interno delle forze armate regolari (FARDC). A sostegno di questa tesi c’è il fatto che i ribelli di M23 nel fine settimana si sono scontrati contro le FARDC a Rusayu (Nyiragongo) mentre cercavano di sconfinare dal Virunga Park in direzione di Sake a ovest di Goma.

La situazione nel North Kivu tra ribelli Tutsi e FARDC è sempre più tesa già da una settimana

Il cessate il fuoco in RDC, nonostante alcune violazioni, sembrava sostanzialmente tenere fino alla scorsa settimana. Poi, però, i ribelli Tutsi sono stati accusati da Kinshasa di aver massacrato decine di civili nell’area di Rutshuru con la complicità dei militari del Rwanda e la situazione nell’Est del paese africano si è velocemente deteriorata. M23 ha rimpallato le accuse, sottolineando che è l’esercito congolese quello che ha violato il cessate il fuoco e ribadendo di cercare un dialogo. Gli ultimi scontri, però, fanno presagire che la tregua sia saltata, anche perché in caso contrario non avrebbe senso cercare di espandersi quando le richieste vanno in direzione contraria: e cioè ritirarsi dai territori occupati e deporre le armi. Va detto, comunque, che il gruppo non ha mai ufficialmente ratificato il cessate il fuoco, mediato dai leader dell’East African Community (EAC), ma ha solo concesso una sorta di tacito assenso.

Back To Top