skip to Main Content

Africa, nasce l’Associazione italiana-libica per lo sviluppo degli affari

Africa, Nasce L’Associazione Italiana-libica Per Lo Sviluppo Degli Affari

Nasce l’Associazione italiana-libica per lo sviluppo degli affari (Italian-Libyan Business Development Association, ILBDA)

Nasce l’Associazione italiana-libica per lo sviluppo degli affari (Italian-Libyan Business Development Association, ILBDA). Lo riportano i media locali. L’iniziativa è stata lanciata nei giorni scorsi presso l’hotel Waddan a Tripoli. All’evento hanno partecipato il vice presidente del Consiglio Presidenziale, Ahmed Maetig; l’ambasciatore italiano nel paese nord africano, Giuseppe Perrone; il parlamentare Castiglia Kalid, rappresentanti della municipalità di Tripoli, il sindaco di Zliten, il Libyan Business Council, il NOC, GECOL e alcuni imprenditori della Libia e dell’Italia. Copo della ILBDA sarà attivare le relazioni economiche e commerciali tra i due paesi, allo scopo di sviluppare i rapporti bilaterali. A seguito di ciò, nel prossimo futuro sono previsti eventi congiunti. DI questi, il primo si dovrebbe tenere a tripoli il 5 luglio.

Sulla sorte di Haftar non si hanno notizie. Prende sempre più piede l’ipotesi che si stia trattando, con la mediazione della Francia, per trovare un sostituto dell’uomo forte della Cirenaica

Intanto, non si hanno ancora informazioni certe sullo stato di salute del generale Khalifa Haftar, a capo dell’operazione Dignity in Libia. L’uomo forte della Cirenaica, secondo i suoi consiglieri, sarebbe dovuto riapparire in pubblico in questi giorni e tenere una conferenza stampa per confermare che stava bene e che le notizie sulla sua presunta morte erano solo dicerie. In realtà, però, nessuno lo ha ancora visto o ha sentito la sua voce.  Prende così piede l’ipotesi che sia morto o comunque non più in grado di comandare il suo schieramento. E che, con la mediazione della Francia, si stia trattando per trovare al più presto un sostituto. Che sia in grado di tenere unita la compagine di Tobruk e dialogare allo stesso tempo con Tripoli e il GNA, al fine di evitare il ritorno del caos nel paese nord africano.

Il post su Twitter dell’ambasciatore Perrone sulla ILBDA

Back To Top