skip to Main Content

Africa, La Francia congela il sostegno militare alla Repubblica Centrafricana

La Francia congela il sostegno militare alla Repubblica Centrafricana. Causa: l’escalation di incidenti e della disinformazione contro Parigi, dietro cui si ritiene ci siano la Russia e il gruppo Wagner

La Francia, dopo il Mali, interrompe il sostegno militare anche alla Repubblica Centrafricana. Lo ha fatto dopo un’escalation di incidenti e azioni di disinformazione, che si ritiene siano opera della Russia. Mosca, infatti, da qualche tempo ha messo gli occhi sul paese africano, inviando contractors del gruppo Wagner che hanno cominciato a presidiare le miniere e a influire sulle decisioni del governo della nazione. Inoltre, Bangui ha disatteso numerose promesse fatte a Parigi, anche sul versante politico interno. La conseguenza è stata il congelamento degli aiuti al bilancio dello Stato (10 milioni di euro), nonché il richiamo in patria dei soldati francesi distaccati presso il ministero della Difesa della Repubblica Centrafricana. Stop anche a tutte le attività di addestramento delle forze armate locali (FACA), sia nel paese sia in Gabon. Rimane, invece, inalterata la partecipazione francese alla missione europea EUTM RCA e a quella multinazionale ONU MINUSCA.

Back To Top