skip to Main Content

Africa, gli USA entrano pienamente nella partita in Mozambico

Gli USA entrano pienamente nella partita in Mozambico. Lo conferma il fatto che almeno uno dei due contractors, assunti da Maputo contro al-Shabaab (ISCAP), a breve finirà le operazioni. Era quello che forniva il supporto aereo ravvicinato (CAS) alle FADM a Cabo Delgado

La conferma che gli Stati Uniti sono entrati pienamente nella partita in Mozambico contro Ahlu al-Sunna Wal Jamaa (al-Shabaab), affiliato allo Stato Islamico (ISCAP), arriva dalla notizia che il Dyck Advisory Group (DAG) lascerà il paese africano il 6 aprile. La DAG è una compagnia di contractors sudafricana, assunta da Maputo per aiutare le forze armate locali (FADM) contro IS. Questa finora si è occupata prevalentemente di fornire Supporto Aereo Ravvicinato (CAS) alle operazioni sul terreno. Non è chiaro, invece, come si comporterà la l’altra azienda di PMC operante nella nazione, la Paramount, che ha anche venduto alle FADM alcuni elicotteri e addestrato i piloti presso la sua “accademia” a Polokwane. L’uscita dal conflitto di almeno una delle due società fa ipotizzare che saranno gli USA ad assumere il suo ruolo, grazie alla missione di addestramento JCET e alla designazione dei jihadisti come gruppo terroristico.

Dare la caccia ai jihadisti IS senza le CAS è impossibile. Lo sanno bene gli Stati Uniti che ne hanno fatto uno dei loro pilastri nelle operazioni. Di conseguenza, probabilmente, saranno loro a subentrare. Ciò conferma anche che nel paese africano è stato adottato il modello Somalia

D’altronde, è impensabile ipotizzare che le FADM contro ISCAP a Cabo Delgado non godano più del supporto aereo. A maggior ragione del fatto che “le CAS” sono sempre state un pilastro in tutte le operazioni militari degli Stati Uniti. Di conseguenza, è probabile che arriveranno addestratori e assetti aerei americani, i quali si affiancheranno ai pochi locali per colpire i jihadisti sia nell’ambito di manovre locali sia in autonomia. Peraltro, questo nuovo elemento è l’ulteriore conferma che Washington vuole adottare in Mozambico il modello Somalia.

Back To Top