skip to Main Content

Afghanistan, nuovo pasticcio della propaganda talebana

Afghanistan, Nuovo Pasticcio Della Propaganda Talebana

L’Emirato Islamico annuncia 2 nuove bufale. L’abbattimento di un elicottero e un’offerta di assistenza sulla costruzione dell’infrastruttura elettrica.

Nuovo pasticcio dei talebani in Afghanistan sul fronte della propaganda. I miliziani dell’Emirato Islamico hanno combinato 2 disastri in meno di 24 ore. Il primo è legato allo schianto di un elicottero all’aeroporto di Shindand. In un comunicato hanno diffuso la notizia che erano stati i mujaheddin ad abbatterlo e che nell’evento erano morti gli occupanti. Peccato, però, che il pilota del velivolo qualche ora dopo abbia postato sul suo profilo Facebook di stare bene e che il mezzo era precipitato per cause tecniche. Un evento analogo era accaduto recentemente in relazione alla morte del generale Muhayuddin Ghori, comandante del 207esimo Corpo d’armata dell’ANA. L’alto ufficiale ha perso la vita in un incidente in elicottero a Morichaq. Anche in quel caso ci fu la rivendicazione, ma una foto dell’apparecchio pubblicata su Tolonews bastò a identificarla come bufala.

Mentre si propone assistenza per non ritardare i lavori, si abbatte un traliccio a Nargarhar

Il secondo disastro mediatico dei talebani in Afghanistan, invece, ha a che fare con l’energia elettrica. Sul sito di propaganda dell’Emirato Islamico c’è una dichiarazione relativa al fatto che si sta procedendo al potenziamento della rete elettrica nazionale. Anche nelle aree controllate dai jihadisti. A questo proposito, si invitano le aziende locali a entrare in contatto con “funzionari” del “dipartimento Forniture energetiche” dell’Emirato per ottenere assistenza. Ciò, in modo che non ci siano ritardi nei lavori. Piccolo problema, però, è che a Nangarhar, nel distretto di Bati Kot, i jihadisti abbiano abbattuto proprio un traliccio. Secondo i funzionari di Kabul, diversi gruppi estremisti cercano di imporre tangenti alle compagnie elettrica e delle tlc nel paese, minacciando di arrecare danni se le richieste non saranno esaudite.

I talebani confermano la loro totale inaffidabilità e mancanza di credibilità

Perciò le cose sono due: o chi offre assistenza alle aziende afghane è un gruppo diverso da chi attacca le infrastrutture. O è lo stesso e adotta la tecnica del “bastone e della carota”. In entrambi i casi, i talebani confermano nuovamente di non essere credibili. Nella prima ipotesi, infatti, chi garantirebbe che una formazione avversaria non attacchi lo stesso i tralicci nonostante l’“assistenza” dell’Emirato Islamico? Nella seconda, cosa impedirebbe ai jihadisti di imporre tangenti, una volta costruite le infrastrutture? A ulteriore conferma, l’ennesima bufala degli elicotteri abbattuti.

 

La notizia sullo schianto dell’elicottero con le affermazioni del pilota su Facebook

L’offerta dei talebani di assistenza alla costruzione dell’infrastruttura elettrica in Afghanistan sul loro sito ufficiale

La figuraccia dei talebani sull’abbattimento dell’elicottero in cui ha perso la vita il generale Ghori

Back To Top