skip to Main Content

Afghanistan, Isis-Khorasan è stato cacciato da Tora Bora

Afghanistan, Isis-Khorasan è Stato Cacciato Da Tora Bora

Le manovre anti-Isis a Tora Bora sono state condotte dal 201esimo Silab Corps dell’esercito afghano

In Afghanistan Isis-Khorasan ha subito un durissimo colpo nelle ultime ore. I militari di Kabul hanno lanciato un attacco nella zona di Tora Bora, cacciando il Daesh. Infliggendoli anche perdite pesanti. Si parla di almeno 44 miliziani uccisi, di altri 22 feriti e di 2 arrestati nel corso dell’operazione. A condurre le manovre è stato il 201esimo Silab Corps dell’esercito (ANA), L’offensiva è stata dichiarata conclusa, dopo la bonifica nella zona. effettuata per scovare ulteriori sacche di resistenza dello Stato Islamico. Questo vi si era insediato da poco. L’obiettivo era farlo diventare il quartier generale in Afghanistan, come avevano fatto altre formazioni terroristiche in passato.

Tora Bora è famoso per aver ospitato in passato i talebani, al Qaeda e lo stesso bin Laden

Tora Bora in Afghanistan è un luogo molto noto, in quanto in un periodo è stato il paradiso sicuro per talebani e al Qaeda. Tanto che vi si era rifugiato lo stesso Osama bin Laden. Si tratta di un complesso di caverne situato nelle Montagne Bianche (Safed Koh) nel distretto di Pachir Wa Agam nella provincia di Nangarhar. A renderlo famoso è stata sua conformazione morfologia e la posizione geografica. Infatti, si trova a circa 50 chilometri a est dal Khyber Pass e a 10 a nord dalla frontiera con il Waziristan, l’area tribale al confine tra Afghanistan e Pakistan. Isis ha tentato di sfruttarlo, invadendolo nei giorni scorsi, ma grazie all’operazione ha fallito.

La non conoscenza approfondita del territorio è stata la causa della sconfitta di Isis-Khorasan

Tora Bora è stato anche teatro dell’omonima battaglia a dicembre del 2001, quando le forze Usa bombardarono il complesso per eliminare i talebani e al Qaeda. Isis, però, a differenza di questi e delle forze afghane, non conosceva il territorio in dettaglio. Di conseguenza, Daesh non è riuscito a organizzare difese efficaci e vie di fuga funzionali, facendosi intrappolare e annientare dal nemico. A conferma di ciò, la maggior parte dei miliziani che si erano insediati nella zona erano stranieri. Soprattutto membri dello Stato Islamico uzbeki, ceceni, arabi e di altri paesi. DI fatto foreign fighters. Questi erano arrivati a Tora Bora da Parachinar e Sadi, ma non avevano cognizione del luogo.

Uno spaccato su come era organizzata la rete di caverne di Tora Bora nel periodo bin Laden (da Wikipedia)

Back To Top