skip to Main Content

Afghanistan, il Turkmenistan schiera i carri armati al confine

Il Turkmenistan non si fida dei talebani, nonostante questi siano in missione nel paese, e invia rinforzi pesanti a Mary al confine con l’Afghanistan in chiave anti-IEA

Il Turkmenistan non si fida dei talebani e, nonostante le loro assicurazioni alla Russia che non oltrepasseranno il confine, ha inviato rinforzi alla frontiera con l’Afghanistan. Nei giorni scorsi l’Emirato Islamico (IEA) aveva diffuso un comunicato in cui annunciava di aver assunto il controllo dell’85% dell’area. Parallelamente, i fondamentalisti avevano anche affermato che non sarebbero usciti dalla nazione. Inoltre, una delegazione del gruppo, guidata da Shir Muhammad Abbas Stanikzai, è attualmente in visita nello stato asiatico su invito ufficiale del governo. Ashgabat, però, non vuole correre rischi e di conseguenza ha mobilitato le sue truppe. Sembra si tratti di assetti pesanti, come battaglioni carri e di artiglieria, che finora stazionavano nella capitale. Questi hanno ricevuto un improvviso ordine di trasferimento a Mary, il principale valico di frontiera. Obiettivo: sigillare il quadrante per stroncare sul nascere ogni possibile tentativo di sconfinamento o di azione ostile.

Back To Top