skip to Main Content

Afghanistan, I talebani chiedono aiuto alla Cina per essere riconosciti

I talebani chiedono aiuto alla Cina per essere riconosciti. L’Emirato Islamico auspica che la Repubblica Popolare pressi i paesi della Regione. Ma nemmeno Beijing lo ha riconosciuto e gli attacchi di ISKP complicano la situazione

I talebani chiedono aiuto alla Cina affinché li aiuti a far sì che l’Emirato Islamico in Afghanistan sia riconosciuto dalla comunità internazionale. Lo ha annunciato il portavoce dei fondamentalisti, Zabiullah Mujahid, in un incontro con la stampa sottolineando che la Repubblica Popolare è una delle nazioni più importanti nella regione e l’obiettivo dell’attuale governo di Kabul è avere buone relazioni con Beijing. A fronte di ciò, si chiede quindi un sostegno affinché si ammorbidiscano le posizioni degli stati nel quadrante. Inoltre, si invitano gli imprenditori stranieri (cinesi in particolare) a investire nel paese, affermando che i talebani garantiranno la loro sicurezza. L’affermazione, però, è azzardata. Soprattutto a seguito della recente ondata di attacchi di ISIS Khorasan Province (ISKP, ISIS-K) in Afghanistan, che i talebani non riescono ad arrestare in nessun modo. Non a caso, nemmeno Beijing ha riconosciuto il loro governo pur sviluppando una partnership economico/commerciale con esso.

 

Back To Top