skip to Main Content

Vacanze: attenzione ai Bed and Breakfast, potrebbero spiarvi

Attenzione ai Bed and Breakfast, potrebbero spiarvi. Gli esperti di cybersecurity di ESET lanciano l’allarme su un fenomeno in boom: quello delle hidden spy cam nelle stanze e appartamenti

Attenzione ai bed and breakfast, alcuni di loro potrebbero trasformare la vacanza di chi li affitta in un incubo. Non solo per le innumerevoli truffe in circolazione via web e social network. La denuncia viene dagli esperti di cybersecurity di ESET, che evidenziano un fenomeno poco noto ma sempre più in crescita: l’uso di telecamere nascoste all’interno degli appartamenti. Le prime segnalazioni c’erano già state nel 2017, ma questa pratica ha avuto un boom dal 2021. Tanto che la CNN denunciò che circa 1.600 ospiti di un motel in Corea del Sud erano stati filmati segretamente in momenti di intimità e i video erano poi stati pubblicati su un sito internet a pagamento. Su Facebook era persino nato un gruppo, chiuso dal social nel 2019, che ridicolizzava gli ospiti delle strutture ricettive. Ci sono, però, anche altri rischi: da quello dei ricattati con richieste di soldi dietro alla minaccia di diffondere i video all’uso criminale dei filmati (predatori sessuali, ecc…).

Ecco come scovare eventuali telecamere nascoste nelle stanze/appartamenti in affitto

Ora sappiamo che c’è una nuova minaccia legata ai bed and breakfast. Bisogna, però, conoscerla meglio per poterla neutralizzare. Gli esperti di cybersecurity forniscono alcuni consigli, semplici ma molto utili, per scovare le “hidden spy camera”. Ecco quali sono:

  • Controllate fisicamente la stanza/appartamento – cercate telecamere nascoste in bella vista, magari in orologi, rilevatori di fumo, altoparlanti o persino lampadine. Se ci sono dispositivi dall’aspetto sospetto puntati verso letti o docce, potrebbero valere la pena indagare ulteriormente.
  • Usate una torcia – gli obiettivi delle telecamere sono in vetro, il che significa che sono riflettenti. Quindi, spegnete le luci e accendete una torcia (anche quella del telefonino) muovendola nell’ambiente circostante per verificare se potrebbe esserci qualcosa nascosto in un elettrodomestico o in un mobile.
  • Verificate la presenza di luci per la visione notturna – abbassate o spegnete le luci per rilevare i LED rossi o verdi rivelatori, che potrebbero illuminarsi sulle telecamere per la visione notturna. Attenzione, possono essere piuttosto piccole per cui serve molta attenzione.
  • Utilizzate app/software specifichi – i ricercatori ITC hanno sviluppato applicazioni mobile che utilizzano il sensore Time-of-Flight (ToF) dei telefoni per trovare le telecamere spia nascoste negli oggetti di uso quotidiano. Ci sono anche software che possono scansionare le reti non solo per i punti deboli, ma anche per aiutarvi a trovare i dispositivi collegati su di esso. Tuttavia, in una proprietà moderna potrebbero esserci alcuni dispositivi domestici “intelligenti”, quindi distinguere i dispositivi innocui da quelli sospetti potrebbe non essere sempre una proposta semplice.
  • Rilevate segnali RF – un ultimo segno rivelatore di una hidden spy cam è monitorare le frequenze radio (RF) che questa potrebbe utilizzare per connettersi a una rete nascosta. Sono disponibili dispositivi appositi, anche se possono essere piuttosto costosi. Un’opzione alternativa è effettuare una chiamata in uscita passeggiando per la stanza/appartamento. Una telecamera nascosta potrebbe interferire con il segnale del telefono, fornendo indizi.

Photo Credits: steve lodefink

Back To Top