skip to Main Content

Italia, il cybercrime ripropone la truffa del “computer bloccato”

Italia, Il Cybercrime Ripropone La Truffa Del “computer Bloccato”

La Polizia Postale: Alcuni utenti, navigando su siti web normali, sono incappati in messaggi sul presunto del loro computer. In realtà è un tentativo del cybercrime di installare malware nelle loro macchine e di rubare soldi

Torna in Italia la cyber truffa del “computer bloccato”. Gli esperti di cyber security della Polizia Postale segnalano che navigando su siti web normali, ad alcuni utenti è apparso un messaggio allarmante, all’apparenza proveniente da Microsoft. Questo avvisa che il computer è stato bloccato e si chiede di contattare il numero inserito nel testo per ripristinare il normale funzionamento della macchina al costo di un centinaio di euro. E’ tutto falso. E’ un tentativo di esponenti del cybercrime di assumere il controllo della macchina per installare al suo interno malware o programmi illeciti, spiando al contempo la vittima. Non è la prima volta che nel nostro paese appaiono avvisi di questo tipo. In passato, infatti, ce ne sono stati altri, anche sotto forme diverse. L’esca, però, è debole. Terminando la navigazione, infatti, il computer funziona senza problemi.

Il messaggio dei criminali cibernetici è solo una truffa verso gli utenti in Italia. Gli esperti di cyber security consigliano, comunque, di effettuare una scansione con l’antivirus alla ricerca di adware 

“Security warning: Il tuo computer è stato bloccato. Errore #DW6VB36 – si legge nel messaggio del cybercrime -. Per favore chiamaci immediatamente al numero +39 0694804XXX. Non ignorare questo avviso critico. Se chiudi questa pagina, l’accesso del tuo computer sarà disattivato per impedire ulteriori danni alla nostra rete. Il tuo computer ci ha avvisato di essere stato infestato con virus e spyware. Sono state rubate le seguenti informazioni: Accesso Facebook, Dettagli carta di credito, Accesso account e-mail, Foto conservate su questo computer. Devi contattarci immediatamente in modo che i nostri ingegneri possano illustrarti il processo di rimozione per via telefonica. Per favore chiamaci entro i prossimi 5 minuti per impedire che il tuo computer venga disattivato”. Il testo è solo una truffa versoi gli utenti in Italia, ma gli esperti di cyber security consigliano comunque – per sicurezza – di effettuare una scansione con un antivirus a caccia di eventuali adware.

Back To Top