skip to Main Content

L’Italia ha subito 28 campagne del cybercrime la scorsa settimana

L’Italia ha subito 28 campagne del cybercrime la scorsa settimana, di cui 27 mirate contro il nostro paese. I malware più usati: Ursnif/Gozi, Emotet, AgentTesla, Formbook e Avemaria. Il CERT-AgID scopre anche Oscorp

L’Italia la scorsa settimana è stata colpita da 28 campagne malevole del cybercrime, di cui una generica e 27 dirette espressamente contro il nostro paese. Lo riportano gli esperti di cybersecurity del CERT-AgID. I temi più sfruttati continuano a essere il banking e i pagamenti, mentre sono state usate cinque famiglie di malware:

  • Ursnif /Gozi – con due campagne a tema “Pagamenti” e “Documenti”. Gli allegati veicolati sono di tipo ZIP contenenti un documento office con macro.
  • Emotet – Una sola campagna rilevata prima della distruzione della botnet ad opera di uno sforzo congiunto internazionale.
  • AgentTesla, Formbook e Avemaria  – completano il panorama.

C’è anche l’apk per Android Oscorp, non censito tra le campagne malware, in quanto non sono stati rilevati attacchi ma solo un dominio che lo veicolava.

Gli esperti di cybersecurity avvisano anche che il phishing non accenna a diminuire, soprattutto a tema banking

I ricercatori di cybersecurity hanno ricordato anche che proseguono le campagne phishing contro l’Italia. La settimana scorsa sono stati coinvolti undici brand, soprattutto nel settore banking:

  • Intesa Sanpaolo – con 6 campagne mirate si conferma ancora una volta il marchio più sfruttato dai criminali per il tema “Banking”.
  • Poste Italiane – con 5 campagne ad-hoc il cui fine è quello di rubare le credenziali di accesso o gli estremi della propria carta.
  • ING, Unicredit e MPS – completano il panorama delle campagne di phishing a tema “Banking”.
  • Enel, TIM, Office365, Storage, Register e Lidl – hanno impegnato la settimana con campagne phishing sporadiche con lo scopo di sottrarre le credenziali delle vittime.
Back To Top