Il cybercrime usa Decathlon e Vodafone per frodi informatiche in Italia

Cybersecurity Decathlon Vodafone Smishing Certpa Yoroi Trojanbancario Phishing Italia Cybercrime Polizia Mediaworld Sicurezzainformatica Sms Hackers Malware Ransomware Urnif Gootkit Truffe Databreach Infosec Cyberattacks

La Polizia di Stato: Due nuove campagne del cybercrime stanno circolando in Italia. Usano esche diverse ma lo scopo è lo stesso: rubare dati personali. Una sfrutta Decathlon e l’altra Vodafone

Due nuove cyber truffe stanno colpendo l’Italia. Le esche sono diverse, ma l’obiettivo del cybercrime è lo stesso: rubare informazioni sensibili agli utenti. Lo denuncia la Polizia di Stato. La prima coinvolge Decathlon. Sui social media è attiva una campagna di malevola, in cui si pubblicizza la richiesta dell’azienda di persone che testino i suoi prodotti e in cambio questa offre buoni spesa. Ovviamente si tratta di una frode cibernetica. L’obiettivo dei criminali informatici è sottrarre dati personali alle possibili vittime, facendole iscrivere in un apposito sito in cui si richiede la compilazione di un formulario. Il marchio di distribuzione di articoli sportivi Decathlon, infatti, ha smentito l’esistenza di questa iniziativa. A proposito, la Polizia consiglia a tutti gli utenti di verificare la veridicità di eventuali campagne promozionali, attraverso il sito ufficiale del marchio.

I criminali informatici introducono un elemento nuovo nella campagna su Vodafone, che circola mediante SMISHING: il fattore “urgenza”. Questo elimina la possibilità di effettuare controlli preventivi, pena perdere l’“opportunità”

Vodafone, invece, è l’esca della seconda seconda truffa informatica in Italia. Il cybercrime ha lanciato una campagna di phishing tramite SMS (SMISHING), che pubblicizza un falso programma di ricompense per i clienti. Per vincere uno smartphone di ultima generazione è sufficiente rispondere a 7 domande. Ma si può farlo solo in un tempo estremamente limitato. Pochi minuti dalla ricezione del messaggio. Come nel caso di Decathlon la promozione è falsa, come fanno sapere l’azienda e la Polizia. Ma questa frode cibernetica presenta un ulteriore elemento di pericolosità: il fattore urgenza. I criminali informatici hanno fortemente limitato la finestra di opportunità per partecipare al “concorso”. Ciò in modo che la vittima potenziale non abbia il tempo necessario per effettuare i controlli sulla veridicità degli SMS, pena la perdita della “chance”. In questo modo sarà più invogliata a rispondere immediatamente e poi nel caso farà le verifiche.