skip to Main Content

Game of Thrones, arrivano la stagione finale e le truffe del cybercrime

Game Of Thrones, Arrivano La Stagione Finale E Le Truffe Del Cybercrime

Comincia la stagione finale di Game of Thrones e c’è il solito boom di richieste di torrent e streaming. Ma i file in circolazione sono falsi, il cybercrime li ha armati con vari tipi di malware

Attenzione a tutti i fan di Game of Thrones, il cybercrime è all’opera. Il 14 aprile è cominciata l’ottava e ultima stagione della popolare serie tv, ma già da alcuni giorni sul web è partita la caccia ai torrent o ai file in streaming per godersi in anteprima o comunque gratis la saga. Ma si tratta di fake, nati per diffondere malware di vario tipo o campagne di phishing. Gli esperti di cyber security avvertono che i file più “armati” tradizionalmente sono la prima e l’ultima puntata della stagione finale. Sembra, infatti, che già siano caduti in molti nella trappola dei criminali cibernetici e che ora ne stiano pagando i danni. Nel migliore dei casi si sono trovati a dover combattere contro adware con link malevoli. Nel peggiore, un ransomware ha bloccato tutti i documenti o un CoinMiner ha impallato le macchine. Questi, peraltro, sono solo gli effetti nell’immediato.

Gli esperti di cyber security: I criminali informatici sfruttano eventi clou, preparando trappole ad hoc, per trarre profitti dal maggior numero di vittime possibili. Ci sono, però, anche “ever green” come i film in prima visione, i videogame e i software

Il cybercrime da tempo sta sfruttando torrent e streaming per le sue campagne di attacchi cibernetici. Puntando soprattutto su eventi clou, come la final season di Game of Thrones, che generano un interesse fuori dalla norma e vedono un picco di richieste da parte degli utenti sul web e i social media. Tanto che qualcuno si attrezza addirittura per effettuare operazioni complesse. Gli esperti di cyber security di Malwarebytes hanno infatti scoperto che alcuni criminali informatici sfruttano i file teoricamente associati alle partite per lanciare una doppia aggressione. Prima inoculando un infostealer (Vidar) e poi un ransomware (GandCrab). Ci sono, comunque, altre esche eccellenti che non “scadono mai”, come ha rilevato Yoroi-Cybaze. Queste sono i film in prima visione, i videogame e i software. Soprattutto per il torrent. Nelle ricerche effettuate dagli esperti, la maggior parte dei file conteneva malware. Anche quelli provenienti da seeder con un’ottima reputazione.

Photo Credits: HBO

Back To Top