skip to Main Content

Facebook guarda al mondo accademico per la sua sicurezza informatica

Facebook Guarda Al Mondo Accademico Per La Sua Sicurezza Informatica

Facebook guarda al mondo accademico, no-profit e delle ONG contro le cyber minacce che hanno impatti sulla vita reale

Facebook guarda al mondo accademico, no-profit e delle ONG per incrementare la sua sicurezza informatica. Alex Stamos, Chief Security Officer del social media ha appena presentato i “Secure the Internet Grants”, un fondo da un milione di dollari per sviluppare ricerche legate al contrasto delle cyber minacce. In particolare verso gli utenti della piattaforma. I candidati potranno presentare entro marzo del 2018 una domanda di partecipazione al bando, inviando un documento di massimo due pagine in cui si spiega come i fondi potrebbero aiutarli nel migliorare effettivamente la sicurezza di Internet. Stamos ha spiegato, ricordando il suo intervento alla Black Hat USA a Las Vegas (luglio 2017), che pratiche come il riuso delle password, i tentativi di phishing e l’abuso generale della rete hanno impatti sulla vita reale delle persone ogni giorno. DI conseguenza, va incrementata la difesa a livello cyber.

Le aree di interesse dei “Secure the Internet Grants” vanno dalla protezione della privacy al contrasto del phishing, passando per le tecnologie legate all’autenticazione

Facebook, perciò, ha deciso di istituire il finanziamento per incrementare la sicurezza informatica. Sia della piattaforma sia dell’intero web. Le aree di interesse sono strettamente legate al social media. Si va dalla rilevazione e alla comunicazione di abusi all’anti-phishing. Dall’autentificazione post password alle tecnologie per preservare la privacy. Dal garantire la cyber security agli utenti nei mercati emergenti a quella di tutti, in generale. I vincitori dei contributi riceveranno una mail entro il 1 giugno di quest’anno e i loro nomi saranno annunciati nel corso della conferenza Black Hat Usa 2018, ad agosto sempre a Las Vegas. Ogni proposta selezionata riceverà fino a 100.000 dollari dal “Secure the Internet Grants”.

La pagina ufficiale per candidare le proprie ricerche ai “Secure the Internet Grants”

Back To Top