skip to Main Content

ENISA diventa ufficialmente l’Agenzia UE per la Cyber Security

ENISA Diventa Ufficialmente L’Agenzia UE Per La Cyber Security

ENISA diventa ufficialmente l’Agenzia UE per la Cyber Security, con un mandato permanente. Ecco quali saranno i suoi nuovi compiti

ENISA è diventata ufficialmente l’agenzia UE per la cyber security e con un mandato permanente. Ciò grazie all’entrata in vigore il 27 giugno dell’EU Cybersecurity Act (CSA). Questo assegna all’Agenzia un ruolo rafforzato e nuovi compiti. Tra questi ci sono la certificazione della sicurezza cibernetica per i principali attori in Europa; il supporto per migliorare la protezione delle reti e dei sistemi delle informazioni di istituzioni, organismi ed entità (Resilienza); il sostegno allo sviluppo di politiche legate al cyberspazio, sia a livello di Commissione Europea sia di stati membri, e l’assistenza per implementare pratiche di vulnerability disclosure su base volontaria. La certificazione in particolare è una nuova area a livello europeo. ENISA coordinerà la preparazione delle candidature. I documenti verranno poi inviati alla Commissione Europea affinché li adotti. 

Grazie all’entrata in vigore dello EU Cyber Security ACT nascono nuovi organismi

Lo EU Cyber Security ACT, oltre a incrementare il ruolo di ENISA, peraltro, decreta la nascita di una serie di organismi statuari che contribuiranno alla protezione dell’Unione Europea e al suo sviluppo in ambito digitale. Dal Management Board al National Liaison Officers Group, passando per l’Advisory Group (già noto col nome di Permanent Stakeholder Group). L’Agenzia, oltre ai nuovi compiti, continuerà comunque a occuparsi anche di protezione delle infrastrutture critiche informative, direttiva NIS, attività di sviluppo delle capacità come esercitazioni di sicurezza cibernetica, standardizzazione e certificazione, fornitura di informazioni consolidate sulle minacce alla comunità dei soggetti interessati, identificazione e diffusione delle migliori pratiche su come attenuare le minacce associate alle nuove tecnologie e sostegno alle leggi UE, come il GDPR e l’eIDAS.

Back To Top