skip to Main Content

Cybercrime, un falso buono della Coop è l’esca di una nuova campagna phishing

Un falso buono della Coop è l’esca di una nuova campagna phishing. Mail Italia su presunte vincite, che vanno richiedeste accedendo a un sito. In realtà l’obiettivo è rubare informazioni sensibili

Un falso buono Coop da 500 euro è l’ultima esca delle campagne phishing del cybercrime contro gli utenti in Italia. Una mail avvisa la potenziale vittima sul fatto che è l’ultimo giorno per riscuotere il premio e invita ad aprire un link per riceverlo.

Il collegamento punta a un falso sito della catena di supermercati, dove l’utente prima deve rispondere a un sondaggio generico.

Poi, gli verrà chiesto di inserire i suoi dati personali.

Al termine, apparirà un messaggio in cui si comunica che è stato inviato un messaggio alla sua casella di posta elettronica.

In realtà, invece, i criminali avranno rubato tutte le informazioni sensibili, che verranno cedute a terzi per campagne di marketing o usate per scopi fraudolenti. Il buono della Coop, invece, non esiste. C’è solo un concorso (finto) per vincerne uno.

Back To Top