skip to Main Content

Cybercrime, operazione mondiale contro gli acquisti fraudolenti di biglietti aerei

Cybercrime, Operazione Mondiale Contro Gli Acquisti Fraudolenti Di Biglietti Aerei

La Polizia di Stato italiana e i colleghi di 60 Paesi partecipano al “Global Airport Action Day”: operazione mondiale contro gli acquisti fraudolenti di biglietti aerei. 79 persone arrestate e più di 165 transazioni segnalate in 200 aeroporti

Maxi operazione in tutto il mondo contro gli acquisti fraudolenti di biglietti aerei. Dal 18 al 22 novembre, la Polizia di Stato italiana assieme ai colleghi di 60 Paesi ha partecipato al “Global Airport Action Day” (GAAD) 2019. Obiettivo: scovare titoli di viaggio comprati attraverso l’indebito utilizzo di carte elettroniche di pagamento. Il bilancio del maxi blitz contro il cybercrime ha visto 79 persone arrestate e più di 165 transazioni segnalate. Le indagini degli esperti di cyber security, frutto della collaborazione internazionale tra le forze di Polizia – supportate da Interpol, Europol, Ameripol, Frontex, Eurojust e Iata – hanno interessato 200 aeroporti in 60 Stati dei cinque continenti. All’operazione, peraltro, hanno collaborato anche 56 vettori operanti nel campo del trasporto aereo e 12 agenzie di viaggio specializzate per gli acquisti dei biglietti on line, nonché di Mastercard, Visa, American Express, IATA e Perseuss.

In Italia la Polizia ha controllato 124 viaggiatori, denunciando quattro persone, in possesso di biglietti aerei acquistati con carte utilizzate in maniera fraudolenta. Il fenomeno è in crescita a livello globale ed è legato spesso ad altri crimini

In Italia, il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni ha allestito una Sala Operativa nazionale con compiti di coordinamento del personale sul territorio. Gli agenti sul campo, invece, hanno operato presso gli aeroporti di Milano Malpensa – Roma e Ciampino – Napoli Capodichino -Venezia Marco Polo – Catania Fontana Rossa – Bergamo Orio al Serio – Firenze Amerigo Vespucci. I controlli effettuati a seguito delle segnalazioni degli esperti di cyber security di Europol hanno portato alla verifica di 11 posizioni e alla denuncia di 4 persone, in possesso di biglietti aerei acquistati con carte utilizzate in maniera fraudolenta. Complessivamente, sono stati controllati 124 viaggiatori. Il fenomeno è in crescita e preoccupa le forze di sicurezza. Ogni anno genera perdite finanziarie rilevanti per le compagnie aeree e gli istituti finanziari coinvolti. Spesso, inoltre, è legato ad altre attività criminali come il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il traffico di esseri umani, il commercio di sostanze stupefacenti.

Back To Top