skip to Main Content

Cybercrime, Nuova campagna phishing sfrutta la cryptocurrency della Cina

Nuova campagna phishing sfrutta la cryptocurrency della Cina. L’esca sono alti guadagni in poco tempo. L’utente viene attratto su un sito e poi indirizzato su un altri

Nuova campagna phishing sfrutta la Cina e le cryptocurrencies. L’esca è la possibilità di trarre un forte guadagno economico, grazie al fatto che questa sarebbe sostenuta dal governo di Beijing e che “i prezzi saliranno alle stelle a breve”.

Il link nella mail punta a una pagina della YuanPaY Group.

Questo si presenta come leader nella gestione delle criptovalute e nell’organizzazione di portafogli, sia nella nazione asiatica sia in tutto il mondo. Inoltre, si propone di acquistare la valuta digitale a un prezzo scontato, grazie a una promozione che raddoppierà l’importo investito.

Aderendo all’offerta, viene chiesto di inserire i propri dati personali.

 

Una volta completata l’operazione, l’utente verrà indirizzato alla pagina di un’altra società: la Arbitrage Broker Systems. Qui potrà aprire il proprio portafoglio e versare fondi per acquisire valuta.

L’obiettivo del cybercrime è rubare i fondi depositati e le informazioni sensibili fornite

In realtà, però, i soldi depositati sul conto per acquistare cryptocurrency verranno rubati da attori del cybercrime. Questi li dirotteranno immediatamente su conti irrintracciabili. Inoltre, la società proprietaria del sito è in Repubblica Dominicana e già in liquidazione. Di conseguenza, si tratta dell’ennesima campagna phishing via mail, tesa esclusivamente a truffare le vittime, rubando loro denaro e informazioni personali sensibili.

Back To Top