skip to Main Content

Cybercrime, l’Italia presa di mira da 14 campagne la scorsa settimana

La settimana scorsa sono apparse 14 campagne del cybercrime in Italia. Gli esperti di cybersecurity di CERT-AgID hanno rilevato 5 malware: AgentTesla, Ursnif, AveMaria, Formbook e un payload ignoto. Il phishing punta ancora gli utenti INPS

Sono 14 le campagne del cybercrime apparse in Italia la settimana scorsa. Di queste una era generica e 13 mirate espressamente al nostro paese. Lo denunciano gli esperti di cybersecurity di CERT-AgID, che hanno rilevato sette temi sfruttati e cinque famiglie malware:

  • AgentTesla – 2 campagne italiane a tema “Pagamenti” e “Documenti”, veicolate tramite email con allegati file RAR e 7Z contenente file CHM;
  • Ursnif – 2 campagne italiane: una a tema “Delivery” (DHL e TNT), veicolata tramite email con allegati XLS ed una a tema “Agenzia Entrate e Riscossione”, diffusa tramite email ma con allegati HTA;
  • Unknown – Campagna italiana di cui non è ancora noto il nome del malware. Quel che è certo è che si tratta di un malware di tipo infostealer;
  • AveMaria – Campagna generica a tema “Documenti”, veicolata tramite email con allegati DOC che sfruttano la vulnerabilità Equation Editor;
  • Formbook – Campagna italiana a tema “Pagamenti”, veicolata tramite email con allegati XLSX.

Infine, su un totale di 7 campagne di phishing, sono 6 i brand coinvolti con Aruba quello più colpito. Di particolare rilievo la campagna ai danni di utenti INPS.

Back To Top