skip to Main Content

Cybercrime, le truffe phishing/smishing su MPS in Italia si evolvono

Le truffe phishing/smishing su MPS in Italia si evolvono. Il ricercatore di cybersecurity Antonio Sagliocca scopre un nuovo SMS: fa riferimento a un falso acquisto online. L’obiettivo, invece, rimane rubare i dati della vittima

Le truffe smishing/phishing a tema Monte Paschi di Siena, che prendono di mira gli utenti in Italia si evolvono. L’SMS, infatti, ora non è riferito più a un falso accesso sospetto o a un blocco della carta di credito; bensì, a un teorico acquisto online per un controvalore di 359,99 euro.

Lo ha scoperto il ricercatore di cybersecurity Antonio Sagliocca. Il link nel testo punta sempre a una pagina fake di login della banca.

Inseriti i propri dati personali, apparirà una schermata in cui si avvisa che “si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento” e che “un operatore la contatterà per eseguire l’operazione manualmente”.

Ovviamente, è tutto falso. Gli attori del cybercrime dietro alla truffa avranno acquisito le credenziali inserite e cercheranno di utilizzarle nel più breve tempo possibile, prima che l’utente si accorga che c’è qualcosa che non va.

Back To Top