skip to Main Content

Cybercrime, la campagna malspam sull’Agenzia delle Entrate non si ferma

Cybercrime, La Campagna Malspam Sull’Agenzia Delle Entrate Non Si Ferma

Il cybercrime insiste con la campagna malspam che usa l’Agenzia delle Entrate per diffondere Ursnif in Italia. L’esperto di cyber security JAMESWT scopre nuovi link per distribuire il malware e il testo della trappola è leggermente cambiato. ATTENZIONE, questa è comunque molto pericolosa

Il cybercrime dietro alla campagna malspam, che usa l’Agenzia delle Entrate per diffondere Ursnif in Italia, non si arrende. Il ricercatore di cyber security JAMESWT ha scoperto che sono stati aggiornati i link da cui scaricare il malware. Questi, dopo la scoperta degli attacchi informatici, erano stati già cambiati una prima volta la scorsa settimana. Peraltro, anche il testo del messaggio è stato ritoccato. Non c’è più l’espressione “documentazione gradevole”, sostituita da “documentazione concordante”. Evidentemente, i criminali cibernetici si sono accorti dell’errore macroscopico e hanno tentato di porvi rimedio. Sempre, però, usando un traduttore automatico. Di conseguenza, il messaggio appare comunque anomalo. Comunque, il tentativo è ugualmente pericoloso. A maggior ragione del fatto che i link vengono continuamente aggiornati, segno che c’è grande interesse a proseguire la campagna nonostante sia di pubblico dominio da tempo. Si raccomanda quindi a tutti massima prudenza.  

Back To Top