skip to Main Content

Cybercrime, il doppio phishing in Italia passa dall’aspirapolvere

Il doppio phishing in Italia passa dall’aspirapolvere. Falsa offerta per un Dyson di ultima generazione punta a rubare i dati personali della vittima e a farla abbonare a un ignoto servizio a pagamento. Attenzione!

Un’aspirapolvere Dyson di ultima generazione è l’ultima esca di una doppia campagna phishing in Italia, che punta a rubare i dati sensibili delle vittime e a farle abbonare a un servizio a pagamento. Una mail avvisa l’utente della possibilità di acquistare l’elettrodomestico a un prezzo più che vantaggioso: 1,95 euro.

Il link nel testo punta a una pagina landing in cui è richiesto prima l’inserimento delle proprie informazioni personali e poi dei dati della carta di credito/debito su cui effettuare il pagamento.

 

Peccato che sia una truffa. Innanzitutto per ottenere l’aspirapolvere, bisogna vincere un fantomatico concorso che non avrà mai luogo. Inoltre, gli attori del cybercrime dietro all’operazione ruberanno tutte le informazioni che la vittima ha digitato. Inoltre, la faranno abbonare in automatico a un non meglio precisato servizio a pagamento, come viene anche riportato in coda al sito web.

Back To Top