skip to Main Content

Cybercrime, esperti IT della Corea del Nord si fanno assumere in Occidente per rubare denaro

Esperti IT della Corea del Nord si fanno assumere in Occidente per rubare denaro. Gli esperti di cybersecurity USA: Sfruttano identità fittizie e fingono di essere altrove. Si propongono soprattutto per lavori da remoto e che coinvolgono cryptocurrencies

Attenzione se assumete esperti IT asiatici, potrebbero lavorare per la Corea del Nord e cercare di rubare denaro o tecnologia da inviare a Pyongyang. E’ l’allarme lanciato dagli esperti di cybersecurity del Dipartimento del Tesoro (DoT), del Dipartimento di Stato (DoS) e dall’FBI statunitensi in un rapporto specifico. In particolare sono a rischio quei soggetti che si propongono per lavorare da remoto e in progetti che includono cryptocurrencies. Questi si candidano attraverso le principali piattaforme di job offering e spesso sono freelance o dipendenti di aziende fittizie o effettivamente esistenti. Sfruttano documenti falsi per apparire con identità e nazionalità diverse rispetto a quella reale e, se si trovano fisicamente nella nazione asiatica, usano VPN o indirizzi IP stranieri per figurare altrove. In alcuni casi, invece, operano davvero da paesi diversi: dall’Africa alla Cina, passando per la Russia e a volte anche l’Europa.

Back To Top