skip to Main Content

Cybercrime, attenzione: i dispositivi MikroTik sotto attacco anche in Italia

Attenzione: i dispositivi MikroTik sotto attacco anche in Italia. Gli esperti di cybersecurity di Eclypsium scoprono almeno 300.000 indirizzi IP vulnerabili, che possono essere hackerati da remoto grazie a 4 falle

Attenzione agli utenti in Italia, che possiedono dispositivi wireless e IoT MikroTik: gli esperti di cybersecurity di Eclypsium hanno scoperto che attori del cybercrime li stanno prendendo di mira. Ciò, al pari di quelli in Brasile, Cina, Indonesia, Russia e Stati Uniti. Inoltre, come riporta The Hacker News, sono stati rilevati almeno 300.000 indirizzi IP vulnerabili, che possono essere hackerati da remoto. Si tratta di un dato eclatante, considerando che a livello globale sono dislocati oltre due milioni di dispositivi MikroTik. Sembra che le falle vengano sfruttate in particolare dalla botnet Meris, impiegata per attacchi di tipo DDoS. Il produttore ha rilasciato le patch di sicurezza per chiudere le vulnerabilità, ma molti utenti non le hanno ancora installate. Non a caso, vengono sfruttate soprattutto quattro falle, alcune delle quali vecchie di anni: CVE-2019-3977, CVE-2019-3978, CVE-2018-14847 e CVE-2018-7445.

Back To Top